Il dolce suono della “ciarameddra”: segreti dello strumento messinese - VIDEO - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Il dolce suono della “ciarameddra”: segreti dello strumento messinese – VIDEO

Matteo Arrigo

Il dolce suono della “ciarameddra”: segreti dello strumento messinese – VIDEO

sabato 28 Dicembre 2019 - 08:27

Rosario Altadonna, musicista-liutaio, ci racconta le origini della zampogna. Uno strumento che con il suo suono durante il periodo natalizio, rende l’atmosfera magica.

Nelle chiese, nelle viuzze dei paesini, nelle cattedrali. Durante il periodo natalizio, il suono che ci accompagna, è quello inconfondibile della dolce voce della “ciarameddra”.

La zampogna; strumento che sui monti Peloritani affonda una tradizione secolare.

Rosario Altadonna, musicista- liutaio, oggi direttore musicale, ci racconta le origini di questo strumento della tradizione popolare messinese. Rosario si dilettava già da bambino con il “Friscalettu”, flauto di canna diritto a bocca zeppata del popolo siciliano.

Crescendo, intraprende l’attività di ricerca sulle Tradizioni Popolari, specializzandosi nella conoscenza nonché nell’uso di svariati strumenti musicali facenti parte della tradizione siciliana, come la “zampogna a paru” dei Monti Peloritani e la bifara (oboe popolare).

Grazie ai rapporti instaurati con noti costruttori del passato, impara le tecniche costruttive al tornio, facendo proprie i segreti di un’arte, altrimenti, destinata a sparire, dei costruttori-consatori di zampogne.

Zampognaro sui Peloritani

Rosario oggi è un riferimento per tutte quelle persone che vivono di musica popolare, suonatori di ogni parte della Sicilia sono sempre in contatto con lui, anche tramite il web, per apprezzare gli strumenti che sono davvero eccezionali, caratterizzati da un suono molto puro e da un’impeccabile intonazione. Periodicamente organizza corsi e seminari vari, per trasmettere e divulgare il suo sapere nei confronti di questi strumenti, della loro costruzione e delle tecniche esecutive, nonché della loro storia e dei contesti d’uso di strumenti veri, organologicamente molto semplici che portano in essi la storia dei popoli che li hanno utilizzati e continueranno ad utilizzarli, grazie a persone come Rosario, che dedica la sua vita ad essi.

Articoli correlati

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007