VIDEO. Mafia a Messina. Tentato omicidio a Bisconte, arrestati due pluripregiudicati - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

VIDEO. Mafia a Messina. Tentato omicidio a Bisconte, arrestati due pluripregiudicati

Redazione

VIDEO. Mafia a Messina. Tentato omicidio a Bisconte, arrestati due pluripregiudicati

venerdì 10 Luglio 2020 - 08:32

Arrestati mandante e autore, due 43enni messinesi, che avevano sparato a un 26enne per punire lo "sgarro" del nipote minorenne

Era seduto nel cortile di casa del cognato, a Bisconte, dove era ai domiciliari, quando la notte tra gli scorsi 21 e 22 settembre era stato colpito da sette colpi di pistola calibro 7.65, attraverso il cancello di ingresso, sparati da un uomo arrivato su un motorino insieme a un complice.

Il 26enne pregiudicato Pippo Molonia era rimasto ferito all’inguine ed era stato portato al vicino ospedale Piemonte, dove aveva subìto un intervento chirurgico. Aveva detto di non saperne nulla, ed è stato indagato per favoreggiamento personale.

Dopo nove mesi di indagini, i carabinieri hanno individuato il mandante, Rosario Grillo, noto pluripregiudicato esponente del clan di Mangialupi, con una condanna per omicidio alle spalle, e uno dei due autori, Giovanni D’Arrigo, anche lui pluripregiudicato, entrambi 43enni messinesi.

Il giudice del Tribunale di Messina, su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia di Messina, ha emesso ordinanza di arresto in carcere, eseguita dai carabinieri di Messina Centro, per i due, ritenuti responsabili, in concorso tra loro, di tentato omicidio aggravato dal metodo mafioso, nonché di detenzione e porto abusivo di arma comune da sparo. Sono stati portati al carcere di Messina Gazzi, a disposizione del giudice.

Ma perché spararono a Molonia? Per punire tempestivamente il comportamento irrispettoso che, poche ore prima, il nipote della vittima, un ragazzo 16enne, aveva avuto nei confronti di Rosario Grillo, nel corso di un animato litigio per futili motivi, in strada a Mangialupi.

Il 16enne aveva schiaffeggiato Grillo, uno “sgarro subito da parte di un esponente di spicco della malavita di Mangialupi, che non poteva essere tollerato e doveva trovare una risposta immediata”.

La stessa sera del litigio, Grillo inviò D’Arrigo e una seconda persona non ancora identificata a casa di Molonia, per regolare i conti a colpi d’arma da fuoco.

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007