Messina. Le strade dei colli disseminate di rifiuti e discariche VIDEO - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Messina. Le strade dei colli disseminate di rifiuti e discariche VIDEO

Matteo Arrigo

Messina. Le strade dei colli disseminate di rifiuti e discariche VIDEO

venerdì 14 Gennaio 2022 - 07:00

Oltre alle immancabili solitarie buste di plastica, si trovano delle vere e proprie discariche composte da inerti, mobilia, ceramiche da bagno, rifiuti urbani

Una pratica maleducata e criminale, l’abbandono illegale di rifiuti, interessa da mesi le strade e le colline di Messina. Una pratica incontrollata, soprattutto nei luoghi meno frequentati, cosi che le strade di collegamento per i colli San Rizzo, risultano disseminate di spazzatura. Abbiamo percorso la Strada Provinciale 42, arteria di collegamento da Gravitelli al Centro Neurolesi, e la SS113 di collegamento ai colli da Scala Ritiro. Oltre alle immancabili solitarie buste di plastica, si trovano delle vere e proprie discariche. Inerti, mobilia, ceramiche da bagno, rifiuti urbani, formano cumuli di spazzatura che da oltre il ciglio della strada si sviluppano nei sottostanti valloni. Questo comportamento incivile deturpa il nostro patrimonio naturalistico oltre a generare un pericolo ambientale causato dalle sostanze inquinanti che penetrano nel terreno. E’, poi, incombente un’emergenza di protezione civile, in quanto le forti piogge potrebbero trascinare la massa enorme di rifiuti verso i centri abitati e intasare gli sbocchi dei torrenti.

Tag:

25 commenti

  1. Cittadino sconvolto 14 Gennaio 2022 07:46

    ….fino al 2017 la città era molto più pulita…

    12
    17
    1. andrea d'andrea 14 Gennaio 2022 09:37

      Cioà con ancora sindaco Accorinti?

      8
      2
    2. La città era molto più pulita prima dell’introduzione della differenziata porta a porta, ovvero quando tutti i parassiti che non pagano la spazzatura sono stati “COSTRETTI” ad andare a gettare i loro rifiuti sui colli. Proporrei controlli più accurati da parte della Municipalità sui vari nuclei familiari a cui non risulta intestata alcuna utenza TARI e se non giustificata procedere a sanzionare dal giorno dell’introduzione della differenziata ad oggi, oltre sanzioni interessi e contemporaneo blocco di tutte le agevolazioni quali social card, reddito di cittadinanza, ed altre agevolazioni fiscali…

      25
      0
      1. Il problema è sempre lo stesso.
        Chi non paga le tasse perché mai dovrebbe pagare le multe?
        I parassiti della società devono essere sanzionati con lavori socialmente utili. In questo caso imponendo un determinato numero di ore nella pulizia del territorio e raccolta di rifiuti che i loro simili gettano in strada

        14
        0
    3. Era più pulita perché i messinesi truffaldini non pagavano la TARI e i sindaci dormienti chiudevano un occhio anzi entrambi gli occhi facendo affossare la città ancora di più di quanto non lo fosse, incapacità, svogliatezza, indifferenza…. poi quando invece qualcuno si è imposto a far pagare le tasse e di mettere la raccolta differenziata (che non è un capriccio ma un obbligo statale) ecco che esce fuori la fotografia del messinese medio e di come è abituato a stare…. in un porcile.

      0
      1
  2. Io non voglio fare polemica ma a me personalmente pare che la sola azione di controllo del territorio con videosorveglianza abbia prodotto scarsissimi risultati.
    Bisogna per forza di cose affrontare il problema in un’altra ottica.
    Vanno stanziati anche fondi che permettano l’incentivazione dello smaltimento.
    So che non è corretto nei confronti di chi paga regolarmente la tari, ma la politica di contrasto attuata sino ad ora ha prodotto pochissimi risultati. Mi chiedo che senso abbia non provare anche in altro modo.
    Il tutto ovviamente affiancato da una lotta seria all’evasione tari, cosa anche questa che ha ad oggi prodotto scarsissimi risultati.
    Buona giornata.

    7
    8
    1. Scusa Arcistufo ,che intendi per incentivare🤔????? Un PREMIO ?😳,dei BONUS? A momenti, leva lo sconto del 35%per chi conferisce correttamente all’Isola ecologica e tu credi che possa fare una cosa del genere????! E poi con tutto il RISPETTO per te Arcistufo, ma ONESTAMENTE ,PREMIARE gli INCIVILI ASSOLUTAMENTE NO😡…..il mio preside l’OTTIMO MASTROJENI a quei tempi di scuola,faceva andare in gita SOLO coloro che studiavano 🤩…..per gli altri 🤔VISITE D’ ISTRUZIONE PER IMPARARE 😏….SI DEVONO PUNIRE ,NO renderli collaborativi con lo zuccherino dopo il VELENO che stanno spargendo sul territorio 😡!!!!!!!saluti con stima ,ma dissento dalla tua proposta!!!!

      12
      4
      1. In primis un tombale sulla tari pregressa.
        Poi andrebbe studiata la possibilità di premi per i non registrati in base al deposito annuo.
        Bisogna farsi due conti e capire se è più conveniente l’incentivo (odioso ed ingiusto siamo perfettamente d’accordo) oppure proseguire su questa strada.
        Purtroppo sono stati ignorati a mio parere i report degli abbandoni delle prime zone inserite nella differenziata.
        Sono scelte per carità non voglio giudicarle con il senno del poi, però ora siamo in queste condizioni e non c’è imposizione che si possa esercitare perché il comune non ne ha i mezzi né la forza.
        Le chiacchiere del sindaco sono già volate via assieme ai video di tutti quelli che sono stati beccati.
        È chiaro che la situazione in corso d’opera potrà sempre essere rivista, ma intanto si potrebbe pensare di provare a rendere economicamente vantaggioso non disperdere la spazzatura e nel frattempo censire.
        Questo il mio parere ovviamente, dato con il naso turato ma con tutta la cognizione di causa della quale sono attualmente a disposizione.
        Una buona serata.

        1
        1
    2. Incentivare? Ma la differenziata dei rifiuti ingombranti è gratuita. Più incentivo di questo? E per di più vengono direttamente a prenderla a casa. Quindi se uno butta il wc o la lavatrice o un intero arredo di stanza sui colli non è questione che non ci sono incentivi, è perché sono porci.

      2
      0
  3. Ormai Messina soccombe sotto tonnellate di spazzatura e la cosa che fa piu’ rabbia è che questi bastardi criminali non li ferma piu’ nessuno! vorrei chiedere una cosa a questi lerci maiali, incoscienti, incivili, zozzoni e cafoni : ma vi fate una domanda della bomba ecologica che causerete dopo aver gettato i vostri lerci rifiuti? non vi ponete la domanda che state uccidendo la natura e con essa il genere umano? non vi chiedete che quel rifiuto prima o poi arriverà nei fondali marini, nelle nostre meravigliose coste dove in estate porterete i vostri figli e dove sguazzeranno proprio nei vostri lerciumi abbandonati? fatevele queste domande, zozzi !!!

    25
    0
  4. Una PRATICA INCONTROLLATA😱……avete detto BENISSIMO….. perché non è stato arginato questo SCEMPIO????Le segnalazioni erano numerosissime sulla vostra TESTATA e tra l’altro proprio grazie a voi qualche area dei colli è stata bonificata e perché non è stata poi ATTENZIONATA????? E poi hanno scomodato le GUARDIE FORESTALI per il controllo dei Green Pass 😳…. Perché non mettevano un PRESIDIO loro a controllare, o TELECAMERE????? A proposito di telecamere, ma sono controllate? Perché inizio a VEDERE che gettano RIFIUTI pure con le TELECAMERE 🤔😡😤 le sanzioni CONTINUANO ? O spento i riflettori, si spegne TUTTO come SEMPRE????????

    10
    3
  5. La pietà non si adotta con chi non ne ha!
    Indagherei fino a fargli veramente male.
    Luridi, schifosi, parassiti ed infetti di sdegno!

    6
    0
  6. …Caro Stefano concordo appieno sulla tua disanima e aggiungo:
    -ma hanno una coscienza?
    -credi che siano solamente i cittadini medi?
    -e il corso di convincimento sbandierato da un assiduo commentatore del sito alla nuova realtà bisogna farlo a questi lerci maiali?
    -multe?… cancellateli da ogni potenziale concorso fino alla 3a generazione, riducete acqua e luce, fermo dell’ auto.
    – controllo?..il messinese deve essere bastonato duramente senza opere di convincimento..
    come sempre osservando Messina e leggendo commenti insulsi…mi vergogno di essere messinese.
    Sapete perchè ho scelto il nick Torquemada? presto detto, solo l’ inquisizione dura e senza pietà può risolvere i problemi di Messina sarò impopolare ma tant’ è

    13
    0
    1. Lei ha ragione, ma quello che propone non è praticabile nella realtà, per cui ha torto nello stesso tempo.
      Quello sfogo della cancellazione sino alla terza generazione, secondo lei è una via che è permesso percorrere?
      Non abbiamo armi contro questi animali perché sono troppi e perché non hanno nulla da perdere.
      Sempre se vogliamo restare con i piedi per terra ovviamente.
      Se invece vogliamo solo sfogarci, allora sono del tutto d’accordo con lei.

      2
      9
      1. ….bene egregio ARCISTUFO2.0…è normale che in una società civile non possono essere applicate tali sanzioni (la famosa terza generazione cancellata da ogni concorso pubblico) ma non mi proponga proprio lei, come ha fatto tempo addietro su queste pagine, l’ opera di convincimento o organizzare riunioni e assemble al Rione Giostra per spiegare come bisogna comportarsi.
        Adesso diamo pure i premi?
        Sa qual è è il problema principale?..semplice!
        Leggo che qualunque cosa si faccia nella città di Messina è sempre criticata, ostacolata senza un minimo di cognizione, la gente incivile ingrassa e sguazza in questo clima irrispettoso ed irriguardoso verso chi cerca di farci vivere meglio e non mi venite a dire che le precedenti amministrazioni facevano meglio (anzi non facevano proprio nulla)…quando dico disfattisti non mi sbaglio sono anni che abbiamo vissuto nell’ oblio nel fare “riposare” impiegati e addetti nella loro poltrona o nel loro dolce far niente..sono anni che l’ opposizione ha sempre dormito e mai mi sono accorto di qualche loro critica o dissenso….
        Se fossimo più uniti nell’ intento di provare ad incoraggiare un iniziativa molti di questi lerci animali che sporcano avrebbero poca arroganza.
        Ribadisco ancora o si chiami De Luca o si chiami Pulcinella o Gasparino chi cerca di fare un po di bene alla mia città lo difenderò fino alla morte.
        Un saluto alla Signora Rosaria

        7
        0
        1. Guardi che si sbaglia.
          Io no ho mai proposto nessuna opera di convincimento in nessuna riunione in alcun rione.
          Non so neanche di cosa stia parlando a dire il vero.
          Io non ho mai creduto alla persuasione perché non cambi le persone, ma sono certo dell’efficacia della’incentivo economico, che lei in ogni caso già paga in termini di raccolta extra.
          Mi stia bene

          0
          3
          1. ..mi dispiace contraddirla ancora…ha la memoria corta..rilegga un suo post di qualche mese fa scritto in occasione di un servizio sull’ immondizia riversata in strada nel rione GIOSTRA…ribadiva che era necessario istruire visto che il terreno era poco fertile e bisognava concimarlo con opere di persuasione…si rilegga..
            un saluto.

            0
            0
          2. Arcistufo2.0 15 Ottobre 2021 09:50
            L’approccio alla differenziata in certe zone sarebbe dovuto essere molto diverso. Più lento, più permissivo, non perché sia giusto così in assoluto, ma perché è inevitabile.
            La presunzione di imporre regole giuste laddove non è possibile farle rispettare, incuranti delle conseguenze, non è un segno di intelligenza ma solo di presunzione e fretta.
            Vi sono terreni già pronti alla coltivazione ed altri che prima vanno bonificati e resi mediamente fertili. E questo giusto o sbagliato che sia, che ci piaccia o no è la realtà dei fatti, una realtà dalla quale come possiamo ben vedere non si sfugge.

            ecco cosa scriveva egregio amico nel lontano 15 ottobre…non saranno riunioni ma il senso della sua proposta è quello…rammenti e rifletta.

            1
            1
  7. Scovare chi non paga è molto semplice…basta incrociare le utenze elettriche, con gli intestatari della TARI…e il gioco è fatto…basterebbe un po’ di organizzazione e buona volontà.
    E le fototrappole…perchè non si sa mai vista la civiltà della popolazione…

    9
    0
    1. Anche scovandoli la maggior parte di questi elementi non ha niente da perdere, e quindi continueranno a non pagare, molti di questi individui vivono anche col reddito di cittadinanza, una volta scoperti glielo dovrebbero togliere, ed infine i vigili urbani anziché fare multe per divieto di sosta o starsene chiusi negli uffici, dovrebbero essere mandati anche a vigilare il territorio.

      2
      0
  8. Oltre alla sacrosanta rabbia, bisogna però trovare una soluzione definitiva al problema. Quindi dare avvio alle bonifiche al più presto, predisporre telecamere in tutti gli accessi alle zone a rischio (tipo zona ZTL) e sanzionare pesantemente gli incivili, evidentemente è l’unica misura comprensibile per certe persone prive delle basi più elementari della convivenza civile. Insomma bisogna agire e anche velocemente, uno scempio del genere è inaccettabile.

    8
    0
  9. Una situazione devastante.
    Ma il sindaco trova il tempo,tra una diretta e l’altra di visionare questi crudi ma utili servizi giornalistici?
    Le famose telecamere parlanti che De Luca aveva orgogliosamente presentato, l’istituzione degli Ispettori Ambientali, le minacce verbali “incivili vi becco uno ad uno”, non hanno sortito nessun effetto e la Città è andata via via degradandosi sempre di più.
    Messina ha bisogno di un Sindaco sempre presente e che abbia a cuore principalmente il decoro della Città è dei suoi cittadini

    7
    8
    1. ….lei è un altro di quelli che dicono “piove…governo ladro”,…poi magari quando il lercio viene acchiappato e punito siete i primi a dire…”povirazzu non pò pagari lassatuli stari”…
      non ti capirò mai messinese

      5
      1
  10. cosimo D'Agostino 14 Gennaio 2022 14:22

    La segnalazione ( corredata da eloquenti foto) inviata a Tempostretto per il parcheggio comunale di via Noviziato Casazza, autentica discarica di rifiuti ed anche inerti pericolosissimi, non pare rientri invece tra gli “interessi” di informazione di Tempostretto.
    Spero ci ripensino.

    1
    0
  11. Nonmibiliuperllurdia 14 Gennaio 2022 21:37

    Di chi è la colpa di tutto questo? Del primo cittadino non è, neanche dell’amministrazione comunale,dei Messinesi non se ne parla nemmeno, per non parlare dei servizi di nettezza urbana.insomma la colpa non è di nessuno.
    Rassegnamoci e stiamo a guardare la città che ormai affonda in questo mare d’immondizia, prendiamo atto di questa distruzione nell’indifferenza di tutti

    2
    1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007