Messina e il ricordo della strage di Capaci: scuole in piazza nel trentesimo anniversario VIDEO - Tempostretto

Messina e il ricordo della strage di Capaci: scuole in piazza nel trentesimo anniversario VIDEO

Giuseppe Fontana

Messina e il ricordo della strage di Capaci: scuole in piazza nel trentesimo anniversario VIDEO

lunedì 23 Maggio 2022 - 14:04

Anche in riva allo Stretto non ci si dimentica della tragica uccisione per mano della mafia del Giudice Falcone e della sua scorta. Eventi tra Piazza Casa Pia e il Duomo

di Giuseppe Fontana e Silvia De Domenico

MESSINA – Anche Messina ha voluto ricordare Giovanni Falcone, Francesca Morvillo, Vito Schifani, Rocco Dicillo e Antonio Montinaro, vittime della strage mafiosa del 23 maggio 1992 a Capaci. In tutta Italia le piazze si sono riempite per non dimenticare quanto accaduto trent’anni fa. Un anniversario doloroso, che non passa mai inosservato e celebrato in città da numerose scuole, con eventi, disegni, giochi.

L’Mcl a Piazza Casa Pia con tre scuole

Il Movimento Cristiano Lavoratori, insieme alla Fondazione Èbbene e alle scuole Pascoli-Crispi, Boer-Verona Trento e Battisti-Foscolo, ha animato Piazza Casa Pia, organizzando una giornata di legalità, giochi e divertimento per celebrare al meglio i concetti di legalità, uguaglianza, rispetto delle regole. Striscioni dipinti, ma anche giochi di varia natura, hanno permesso ai piccoli studenti di esprimere il proprio concetto di legalità, confrontandosi su tanti temi legati alla lotta alla mafia ma anche al quotidiano rispetto delle norme e del vivere civile.

“Loro – ci spiega Paolo Salvo, tra gli organizzatori per il Movimento cristiano lavoratori, riferendosi ai ragazzi – sono gli attuali e futuri cittadini del mondo. Porteranno loro la bandiera del rispetto delle regole e della legalità”. Dello stesso avviso Giorgia Farinella che esprime la propria soddisfazione: “Non volevamo fare il classico corteo o una manifestazione statica. Volevamo piantare il seme della legalità giocando. Abbiamo fatto il gomitolo della legalità, in cui ognuno aveva il filo del gomitolo e ti arrivava il gomitolo dicendo in una parola cosa fosse la legalità. C’è chi ci ha parlato di aver portato fuori il cane come segno di rispetto per la madre che non stava bene e chi come parola ci ha detto ‘Grazie’. E questa è la parola che rivolgiamo alle vittime della mafia: grazie a loro possiamo gridare libertà senza avere paura”

Al Duomo la Cannizzaro-Galatti

Eventi anche all’Istituto “Albino Luciani” e in Piazza Duomo, riempita dagli studenti dell’Istituto Cannizzaro-Galatti che hanno sfilato, tra striscioni e cappellini colorati, di fronte a concittadini e turisti. Tutti uniti sotto un unico ricordo, quello della scomparsa del Giudice Falcone e della sua scorta ormai trent’anni fa.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007