Acr Messina. L'idea Lo Monaco fa insorgere i tifosi contro Sciotto - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Acr Messina. L’idea Lo Monaco fa insorgere i tifosi contro Sciotto

Simone Milioti

Acr Messina. L’idea Lo Monaco fa insorgere i tifosi contro Sciotto

giovedì 22 Luglio 2021 - 09:52

Sciotto pensa ad un ritorno dell'ex Lo Monaco nella società biancoscudata, intanto l'Fc Messina presenta la documentazione per l'ammissione in C

MESSINA – In queste calde giornate di luglio si decidono le sorti del calcio professionistico messinese. Da una parte l’Acr Messina di Pietro Sciotto, promossa di diritto in Lega Pro avendo vinto il campionato di serie D; il presidente starebbe pensando di riportare in società Pietro Lo Monaco scatenando l’ira dei tifosi. Dall’altra parte l’Fc Messina che ha presentato la domanda di ammissione per la serie C; il tutto è avvenuto nella giornata di mercoledì sera, poco prima della scadenza fissata a mezzanotte.

Le proteste dei tifosi

Sul primo punto, il ritorno di Pietro Lo Monaco a Messina, su interessamento del presidente Sciotto, la conferma arriva dalla tifoseria organizzata che ha esposto degli striscioni critici verso questa scelta.

Appena fiutato nell’aria il “pericolo” che tale situazione si potesse avverare fuori dallo stadio Franco Scoglio e nei pressi di Villa Sabin sono spuntati gli striscioni sia contro l’attuale presidente sia contro l’ex che nel 2015 vide retrocedere la squadra in serie D.

Uno striscione, contro Lo Monaco, riporta la data del playout giocato tra Messina e Reggina il 30 maggio 2015: “Sciotto, non puoi non aver saputo“. Un altro invece recita “Sciotto presidente incompetente”. Neanche un mese fa il presidente Sciotto festeggiava la promozione in una piazza a Duomo affollata di tifosi; adesso le sue scelte non sembrano incontrare il favore degli stessi.

Lo Monaco e Messina

Presidente della squadra dal 2012 al 2015, Pietro Lo Monaco non si era lasciato per nulla bene con la città di Messina. A rovinare il rapporto con i tifosi ha inciso sicuramente l’uscita dal calcio professionistico; ma anche con i cittadini dello Stretto ci furono aspre critiche ingiuste e gratuite.

Le sue parole più dure, nel comunicare l’addio in quel lontano ma non dimenticato 9 giugno 2015, furono: “sotto la mia gestione ho potuto constatare solamente una risposta inadeguata da parte della piazza. I veri tifosi sono i 400 che seguono il Messina in ogni categoria con l’esclusione dei delinquenti protagonisti degli atti vandalici post derby“.

Non mancarono gli attacchi verso l’amministrazione comunale, che a suo dire non ha mai supportato la società della città. Congedandosi inoltre arrivò addirittura ad accusare i giocatori di possedere “enormi lacune dal punto di vista caratteriale. Sarebbero stati inadeguati anche per un campionato di Prima Categoria”. Chiosando poi ricordò le sue vittorie sportive in tanti anni di carriera, accusando nuovamente la piazza la cui colpa sarebbe stata quella di aver accumulato “il record di multe subite. Il cui ammontare è praticamente superiore agli incassi”.

Fc Messina pronta alla riammissione

Mentre i biancoscudati sono alle prese con l’affaire Lo Monaco i giallorossi hanno completato l’iter per la riammissione. Nella serata di mercoledì 21 luglio, la scadenza era a mezzanotte, hanno presentato tutta la documentazione per essere riammessi in Lega Pro. L’idea sarebbe quella di prendere il posto del Gozzano che ha vinto il proprio girone ma aveva già rinunciato all’iscrizione. La prima squadra in graduatoria a poter essere ripescata, l’Aglianese ha rinunciato, così è toccato al Football Club.

A comunicarlo è la società stessa che tramite un comunicato ha fatto sapere che: “presso gli uffici della Lega Italia Calcio Professionistico di Firenze tutta la documentazione per l’ammissione al campionato di serie C“.

Nell’annuncio della società sono seguiti ringraziamenti a tutti coloro che hanno reso possibile questo traguardo, in attesa di avere la conferma dell’iscrizione al “primo storico campionato di Lega Pro”. In particolare si fa riferimento anche alla società Fc Crotone, nel cui impianto, la società di Arena giocherà le partite in casa prima del completamento dei lavori di adeguamento del Franco Scoglio: “un ringraziamento sentito va alla società Fc Crotone. Nella persona del presidente Gianni Vrenna, per la cordiale disponibilità dimostrata nel mettere a disposizione insieme all’Amministrazione del Comune della città pitagorica lo stadio Ezio Scida“.

Articoli correlati

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x