Acr Messina, Raciti: "Ci aspettano partite tremende, aspetto un attaccante" - Tempostretto

Acr Messina, Raciti: “Ci aspettano partite tremende, aspetto un attaccante”

Simone Milioti

Acr Messina, Raciti: “Ci aspettano partite tremende, aspetto un attaccante”

lunedì 31 Gennaio 2022 - 07:01

L'analisi dell'allenatore dell'Acr Messina, Ezio Raciti, dopo il pareggio contro il Picerno: "Abbiamo faticato a tenere la palla davanti, fino a domenica scorsa eravamo in 11"

MESSINA – Dopo l’1-1 tra Messina e Picerno in conferenza stampa l’allenatore dell’Acr Ezio Raciti vede il bicchiere mezzo pieno. Valuta che i suoi giocatori abbiano subito il gol fortunoso, perché deviato, degli ospiti; anche se in quella prima mezz’ora il Messina non ha mai superato la metà campo.

Positivi gli ingressi dei nuovi acquisti: Rizzo, Burgio e Angileri, che hanno dato il loro contributo. Formazione leggermente rimaneggiata con Lewandowski tornato tra i pali e Marginean inizialmente lasciato in panchina, “perché non si è allenato con la squadra in settimana” ha chiarito l’allenatore.

Sul mercato il mister ha detto chiaramente che nella giornata di oggi, di chiusura del calciomercato, si aspetta che il direttore sportivo Pitino porti a Messina qualche altro profilo che manca, facendo chiaro riferimento ad un attaccante che possa dare una mano ad Adorante a tenere il pallone avanti e far salire la squadra.

Raciti sul pari contro il Picerno

“L’approccio è stato giusto, siamo stati condizionati dal loro unico tiro in porta deviato. I ragazzi sono giovani e subiscono la pressione. Nelle situazioni negative diventa difficile per loro reagire. Rizzo nel secondo tempo ci ha dato esperienza e serenità e infatti siamo riusciti a giocare meglio.

Abbiamo fatto fatica a tenere la palla davanti, sugli esterni ci muovevamo bene, ma nelle verticalizzazioni abbiamo faticato. Speriamo arrivi qualcuno lì davanti che possa tenere palla avanti e ci permetta di salire ad accompagnare l’azione.

Noi avevamo preparato la partita per ottenere qualcosa in più. Abbiamo avuto più predominio e palleggiato di più – la legge così Raciti – ma siamo stati poco concreti quando era il momento di finalizzare. Ora ci aspettano partite difficilissime, tremende. Speriamo di arrivare nelle condizioni migliori sia fisiche che mentali”.

Prossime mosse dell’Acr Messina

“Speriamo che domani con la chiusura del mercato il direttore riesca a completare l’organico, qualcosa ancora ci manca. Fino alla settimana scorsa eravamo in 11, alcuni sono rientrati da poco, purtroppo dovremo acquisire la condizione migliore giocando. Non abbiamo mai avuto a disposizione tutta la rosa per allenarci” ha detto Raciti.

Giudizio sugli ultimi arrivati

“Burgio è entrato bene in partita, ci stava dando aiuto in campo e si è fatto male in occasione del gol. Rizzo non si discute – dichiara Raciti – ha dato quello che mancava in mezzo al campo. Girava bene palla, ha dato equilibrio ed esperienza. Angileri è entrato bene in partita”.

L’esclusione di Marginean?

“Il giocatore è andato in Romania per fare il vaccino e ricevere il Green Pass, è partito lunedì e tornato sabato mattina senza allenarsi con la squadra per tutta la settimana. Era in condizione precarie, non poteva dare più che della mezz’ora che ha fatto”.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007