"The winner is...". L'affondo di Grande Sud sul bando lampo di Innovabic: "L'amministrazione faccia chiarezza" - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

“The winner is…”. L’affondo di Grande Sud sul bando lampo di Innovabic: “L’amministrazione faccia chiarezza”

“The winner is…”. L’affondo di Grande Sud sul bando lampo di Innovabic: “L’amministrazione faccia chiarezza”

lunedì 18 Gennaio 2016 - 11:17
“The winner is…”. L’affondo di Grande Sud sul bando lampo di Innovabic: “L’amministrazione faccia chiarezza”

Il gruppo consiliare entra a gamba tesa nella vicenda che vede un bando pubblicato dalla partecipata del Comune per un'assunzione a tempo indeterminato e d 28 mila euro annui. Selezione flash visto che sul sito di Palazzo Zanca il bando è comparso a 6 giorni dalla chiusura dei termini. Grande Sud chiede a Signorino e Le Donne di chiarire la posizione dell'amministrazione.

“The winner is…”. Il nome non c’è ancora ma ha creato molto scompiglio la selezione avviata da Innovabic per assegnare un posto da Funzionario esperto in progetti di sviluppo territoriale e innovazione tecnologica a finanziamento pubblico. La partecipata del Comune lo scorso 29 dicembre ha pubblicato il bando sul suo sito, ma a Palazzo Zanca è comparso solo il 12 gennaio, ad appena una settimana dalla scadenza dei termini per presentare le domande. E così il neo gruppo consiliare Grande Sud entra a gamba tesa sulla vicenda e pretende chiarezza (VEDI QUI). «The winner is… Verrebbe da dire così dopo il bando-lampo di Innovabic che cerca un funzionario da assumere a tempo indeterminato e ha così tanta fretta da dare 6 giorni di tempo ai candidati per presentare la domanda. Dopo i bandi “sartoriali” l’amministrazione ci ha fatto un’altra sorpresa, una selezione in 6 giorni, che con il week end di mezzo diventa un bando-telegramma”» scrive oggi il portavoce del gruppo, Daniele Zuccarello che insieme ai colleghi vuole capire quale sia stato il ruolo dell’Amministrazione Accorinti di fronte ad una questione che merita chiarimenti e, se necessario, anche azioni più incisive.

«Da mesi annunciano la nascita della Multiservizi e la dismissione delle partecipate, ma poi apprendiamo dalla stampa che Innovabic cerca un funzionario esperto di progetti di sviluppo territoriale e innovazione tecnologica, da pagare 28 mila euro l’anno. Sicuramente ci sentiremo rispondere dal sindaco che le colpe sono degli altri soci della partecipata, cioè Università ed ex Provincia e che si è trattato di un “bando a sua insaputa”. Ci aspettiamo che l’amministrazione chieda conto ai soci di un comportamento che avrà conseguenze sul piano economico e viola quanto stabilito a dicembre con un atto d’indirizzo sulle spese e sulle assunzioni nelle partecipate». Grande Sud ricorda infatti che per assumere Innovabic avrebbe dovuto consultare l’amministrazione, che con un atto di indirizzo dello scorso 9 dicembre (VEDI QUI), ha deciso una drastica riduzione delle spese e non s’immaginava certo un’assunzione a tempo indeterminato.

«Al vicesindaco Signorino ed al direttore generale Le Donne chiediamo se fossero a conoscenza del bando e se adesso intendano far rispettare l’atto d’indirizzo. Visto che in tema di concorsi ultimamente al Comune c’è un po’ di confusione chiediamo se sia possibile fare chiarezza una volta per tutte oppure se le modalità delle selezioni siano affidate al caso e alla fortuna. Un domani, quando Innovabic, che certo non ha brillato per risultati, sarà dismessa ed il personale trasferito altrove, il fortunato vincitore del bando-telegramma, dove andrà, sempre a spese della collettività? E’ questo il risanamento dei conti e la trasparenza che il sindaco sbandiera ogni giorno? Ai giovani in cerca di lavoro la giunta risponde con questi bandi su misura in carrozzoni che saranno dismessi?» chiede Grande Sud. Risposte che adesso toccano agli amministratori di Palazzo Zanca.

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

2 commenti

  1. ai “bei tempi” ….”quando c’ero io caro Lei” mi vien che ridere, pi casu mittiunu nasu Zuccarellu e i suoi colleghi del salterello ahahahahahahahahah

    0
    0
  2. ai “bei tempi” ….”quando c’ero io caro Lei” mi vien che ridere, pi casu mittiunu nasu Zuccarellu e i suoi colleghi del salterello ahahahahahahahahah

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007