Messina. Camion in panne allo svincolo di Giostra, mattina di code fin da Villafranca - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Messina. Camion in panne allo svincolo di Giostra, mattina di code fin da Villafranca

Marco Ipsale

Messina. Camion in panne allo svincolo di Giostra, mattina di code fin da Villafranca

mercoledì 09 Settembre 2020 - 10:44
Messina. Camion in panne allo svincolo di Giostra, mattina di code fin da Villafranca

Il consiglio è quello di passare dalla strada dei colli

E’ caos ancora più del solito stamani nella tratta di tangenziale compresa tra Villafranca e Giostra. Un camion è rimasto in panne allo svincolo di Giostra e si sono create lunghissime code, a partire già dalla barriera di Messina Nord. Caos anche nella parte alta del viale Giostra e nella galleria San Jachiddu, dove molti mezzi sono rimasti in coda.

Polizia Stradale sul posto per liberare la carreggiata ma le operazioni non sono ancora concluse. Al momento, per arrivare da Villafranca a Messina, s’impiegano 50 minuti fino al viale Giostra, tramite tangenziale (con pedaggio di 1.20), contro i 23 minuti dalla strada statale 113 (gratis), passando da Gesso e le Quattro Strade (è un’altra strada rispetto alla San Michele – Portella chiusa per frana), fino al bivio che porta da un lato a Ritiro e dall’altro a Gravitelli.

Nel percorso fino all’Università/Tribunale, ad esempio, s’impiegano 37 minuti tramite la strada dei colli e un’ora e 4 minuti tramite la tangenziale ma alcuni utenti segnalano che nella prima parte della mattinata hanno impiegato anche due ore per arrivare da Milazzo, Rometta e Villafranca a Messina Centro.

E’ bene chiarire che il caos odierno non ha nulla a che vedere con la chiusura dell’uscita di Giostra. Anzi, se l’uscita fosse stata aperta, la situazione sarebbe stata ancora peggiore, perché si sarebbe aggiunto un altro flusso ad una situazione già compromessa. Così come la mancata apertura delle due rampe di collegamento diretto con Annunziata, è altra questione perché riguarda la direzione opposta rispetto a quella in cui oggi si sono formate code, dovute esclusivamente all’uscita obbligatoria, necessaria per continuare i lavori sul viadotto Ritiro.

Né la presenza dei vigili urbani avrebbe potuto cambiare granché. C’è un grande flusso di mezzi indirizzato su un’unica corsia, se questa corsia viene bloccata da un camion in panne le code diventano inevitabili.

AGGIORNAMENTO

Il camion è stato rimosso intorno alle 13 ma è servita ancora un’ora e mezza per smaltire le code residue. Poi la situazione è tornata alla normalità ma anche le normalità è fatta di attese pur se con tempi più contenuti rispetto a quelli della mattinata.

Tag:

9 commenti

  1. Ostaggi! Ostaggi di una politica fallimentare, ostaggi di un’ente, il CAS, incompetente e non all’altezza, ostaggi per una mancata programmazione da parte di comune e provincia per la strada di san Michele, ostaggi…. Ma quando finiremo di pagare il riscatto fatto di un pedaggio illegittimo? Quando questa città sarà assimilabile ad una città metropolitana e non ad un paese del terzo mondo? Si parla, si parla sempre in politica di ogni cosa, anche del ponte, ma non si fa nulla se non chiedere ulteriori sacrifici a noi cittadini oramai allo stremo!

    41
    0
  2. Siamo nelle mani di una banda di incapaci inetti che pensano solamente ad arraffare lo stipendio, si devono vergognare x tutto quello che stanno combinando. Io farei un referendum sugli stipendi di tutta la classe politica, di tutti i livelli. La politica di deve fare per passione e capacità non per soldi e affari personali. Li dobbiamo mandare tutti a casaaaaaaa.

    6
    0
  3. .. come si fa ancora a pretendere di far pagare il pedaggio da Villafranca a Messina impiegando in media 50 minuti nelle ore mattutine…mi vergogno di essere rappresentato da persone incompetenti e da gente che non se ne frega nulla di noi messinesi..dico basta, basta siamo trattati da terzo mondo…vergogna immane vergogna..

    7
    0
  4. In realta’ i veri cialtroni siamo noi cittadini che non riusciamo ad organizzare una protesta civile e nel rispetto della legge per sottolineare come sia vergognoso che la TOTO faccia lavorare solo pochi operai e non venga sollecitato l’impegno di una forza lavoro che permetterebbe di completare i viadotti in tempi ragionevoli-inutile poi esprimere un giudizio sui nostri amministratori alla guida(?????) di questa regione

    12
    0
    1. ..concordo vincenzo..cialtroni e cagasotto ….è una vergogna

      0
      0
  5. Fategli realizzare il ponte a questa massa di incompetenti ed inconcludenti. Così il bagno al faro e zone limitrofe lo faranno i nostri pronipoti. Forse!

    2
    0
  6. Come diceva uno spettatore in attesa della proiezione del film, in NUOVO CINEMA PARADISO… facete schifo, facete!

    1
    0
  7. …VERGOGNA E INDIGNAZIONE…

    2
    0
  8. È normale che un incidente blocchi il traffico, ma sarebbe stato opportuno che si segnalasse agli automobilisti dell’intasamento che c’era tra Villafranca e Messina: bastava un segnale luminoso indicando agli automobilisti il tragitto della ss 113 o la strada che va a gesso,solo un segnale e si sarebbero evitate 2 ore di fila

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x