Coronavirus. Equipaggio Sea Watch e migranti in quarantena a Messina - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Coronavirus. Equipaggio Sea Watch e migranti in quarantena a Messina

Marco Ipsale

Coronavirus. Equipaggio Sea Watch e migranti in quarantena a Messina

giovedì 27 Febbraio 2020 - 17:39
Coronavirus. Equipaggio Sea Watch e migranti in quarantena a Messina

L'equipaggio a bordo della nave, i migranti all'hotspot di Bisconte

MESSINA – L’equipaggio ed il personale della Sea Watch dovranno restare 14 giorni a bordo in quarantena. L’ha deciso l’Unità territoriale di Messina dell’Usmaf, Ufficio di sanità marittima, aerea e di frontiera, Sasn, Servizi assistenza sanitaria naviganti.

Al termine, e dopo gli interventi di disinfezione, l’Autorità sanitaria rilascerà il certificato di esenzione dalla sanificazione.

La Capitaneria di Porto di Messina ha disposto l’interdizione della navigazione e in generale dell’uso pubblico di un’area circostante alla Sea Watch 3, lo svolgimento di ogni altra attività nonché l’accesso di persone e mezzi.

Quarantena anche per i migranti, ma nell’hotspot di Bisconte. In questo caso c’è un’ordinanza sindacale, la numero 47 di oggi, 27 febbraio 2020, “alla luce della situazione contingente di diffusione del coronavirus Covid 19, sono state adottate idonee misure precauzionali di sorveglianza sanitaria per il trattamento dei migranti a bordo della nave “Sea Watch 3”. Pertanto, i 194 migranti saranno sottoposti ad isolamento e sorveglianza sanitaria per un periodo di 14 giorni all’interno del Centro di Accoglienza Straordinaria dell’ex Caserma Gasparro a Bisconte, come da piani di emergenza adottati dal Consiglio dei Ministri e dal Capo Dipartimento della Protezione Civile Commissario Delegato per l’emergenza”.

Durante il periodo di osservazione sanitaria, “è fatto divieto assoluto di allontanamento dei migranti dalla sede del centro di accoglienza; le competenti autorità sanitarie dell’Asp di Messina provvederanno a mantenere quotidianamente sotto osservazione i migranti, adottando le misure previste nei piani di emergenza avendo cura di indicare ogni protocollo di protezione sanitaria anche ulteriore rispetto a quelli stabiliti in sede nazionale al fine di evitare qualsiasi contaminazione da interferenza con gli operatori addetti all’assistenza”.

Infine, l’ordinanza dispone che, decorso il periodo di osservazione, le autorità sanitarie provvederanno a documentare la situazione sanitaria dei soggetti tenuti in isolamento ai fini del loro trasferimento presso altre destinazioni.

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

Un commento

  1. parto dal presupposto che nn sono razzista.Ma come!!! gli altri chiudono i porti , ci rimandano a casa da altri continenti per sospetto corona virus e noi qui a Messina siamo il contenitore di tutto???????????????????????????

    1
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007