Giallo di Caronia, Daniele Mondello al giudice: "Continuate a indagare" - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Giallo di Caronia, Daniele Mondello al giudice: “Continuate a indagare”

Alessandra Serio

Giallo di Caronia, Daniele Mondello al giudice: “Continuate a indagare”

venerdì 22 Ottobre 2021 - 16:13

La Procura ribadisce la richiesta di archiviare l'inchiesta su Viviana e Gioiele ma la famiglia si oppone e contesta gli accertamenti. Deciderà il giudice.

Viviana non ha ucciso Gioele, non lo avrebbe mai fatto, e le indagini sono ancora da approfondire. Daniele Mondello ha ribadito la sua richiesta anche davanti a giudice per le indagini preliminari di Patti Eugenio Aliquò, chiamato a decidere se archiviare l’inchiesta, come chiesto dalla Procura guidata da Angelo Cavallo, o disporre un approfondimento degli accertamenti, come appunto chiesto dal dj per bocca dei suoi legali, gli avvocati Pietro Venuti e Claudio Mondello.

tribunale di patti
Tribunale di Patti

La tesi della famiglia resta quella propugnata a più riprese in questi mesi: la giovane torinese che aveva messo su famiglia a Venetico, pur in difficoltà, non era in preda ad alcun delirio mistico né volontà suicide e mai e poi mai avrebbe ucciso volontariamente il figlio. Soprattutto, scrivono i legali nella memoria già depositata, gli accertamenti effettuati su input della Procura sono lacunosi e un approfondimento delle operazioni scientifiche consentirebbe di chiarire tanti punti ancora oscuri, rilevati dai consulenti della famiglia. Questa quindi la loro richiesta: no all’archiviazione, sì ad altro tempo perché la Procura effettui questi approfondimenti.

Dal canto loro i sostituti procuratore Federica Urban e Alessandro Lia e hanno ribadito che gli accertamenti sono stati effettuati in maniera completa e non c’è altra indagine che possa produrre effetti in grado di gettare luce nuova sui quei tragici giorni di agosto del 2020, nei boschi di Caronia.

Il Giudice si è riservato la decisione, non ha termini a breve per sciogliere la riserva, ma la sensazione è che non passeranno troppi mesi.

Articoli correlati

Tag:

2 commenti

  1. Personalmente questa insistenza da parte del marito l’ avrei voluta VEDERE nell’attenzionare la moglie che non andava lasciata SOLA con il bambino, visto le sue fragilità….ho ascoltato gli audio e andava AIUTATA…….per quanto amasse il bambino non sappiamo cosa sia scattato nella sua mente tormentata quindi non lucida….quel che è certo è la morte di entrambi senza elementi estranei da fare pensare a un altra ipotesi…..

    0
    0
  2. .SE CONTINUA A DIRE SEMPRE LA STESSA COSA…EVIDENTEMENTE SA QULCOSA CHE GLI INQUIRENTI NON SANNO!…A QUESTO PUNTO…CHE PARLI!….

    1
    4

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x