Giardini. Appaltati i lavori di riqualificazione del Museo civico di Storia naturale - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Giardini. Appaltati i lavori di riqualificazione del Museo civico di Storia naturale

.

Giardini. Appaltati i lavori di riqualificazione del Museo civico di Storia naturale

. |
martedì 21 Gennaio 2020 - 17:22
Giardini. Appaltati i lavori di riqualificazione del Museo civico di Storia naturale

Era stato chiuso qualche anno fa a causa di lavori di manutenzione necessari per alcune strutture deteriorate

GIARDINI NASXOS – Il Museo civico di Storia naturale di Schisò, sarà presto riaperto al pubblico. Era stato chiuso qualche anno fa a causa di lavori di manutenzione necessari per alcune strutture deteriorate. Dopo anni di richieste, proposte, solleciti e rinvii, l’amministrazione comunale è riuscita a trovare le risorse per la sua ristrutturazione. I lavori di ripristino sono stati affidati alla ditta “La Rocca Gaetano” di Giardini Naxos. L’importo complessivo ammonta a 37mila e 82 euro.”

Meta gettonata di turisti stranieri

Inaugurato nel 2001, il Museo civico di Storia naturale è stato per anni una delle mete più gettonate dai visitatori, in special modo dai turisti stranieri che hanno avuto modo di apprezzare le straordinarie collezione esposte nelle teche, suddivise in quattro principali sezioni: Mineralogia, Vulcanologia, Paleontologia e Biologia Marina. Nelle teche sono esposti reperti provenienti dal territorio siciliano e da ogni parte del mondo: collezioni mineralogiche, paleontologiche, malacologiche e di biologia marina. Il Museo ospita, inoltre, una sezione dedicata agli ecosistemi del fiume Alcantara, uno dei parchi più importanti dell’Isola.

Nello specifico, nella sezione dedicata alla “Mineralogia”, va ricordata in particolar modo la sezione dedicata ai minerali della “Serie Gessoso-Solfifera siciliana“, con stupende cristallizzazioni di Zolfo, Celestina, Aragonite, Salgemma e Gesso. Nella collezione dei minerali estetici spiccano un eccezionale geode di Ametista brasiliana ed una Cassiterite boliviana dai rari cristalli trasparenti.

Nella sezione dedicata alla “Vulcanologia” sono esposte immagini, carte geologiche, collezioni di rocce, minerali e bombe vulcaniche provenienti da tutti i vulcani siciliani: i basalti dell’Etna e di Stromboli, rioliti, ossidiane e pomici delle Isole Eolie.

Ogni anno affascina numerosi bambini di varie scuole

Affascinante, specie per i bambini e gli alunni delle scuole che ogni anno visitavano il Museo, la sezione dedicata alla  “Paloeontologia”. Nelle teche sono conservati i fossili di organismi viventi del passato: primordiali stomatoliti, felci e legni fossili dell’Australia, pesci, rettili del Brasile. Interessante e suggestiva anche la collezione di ambre con inclusioni di insetti fossili dei famosi giacimenti di Santo Domingo e del Baltico. Nella collezione sono ammirabili anche alcuni reperti di  Simelite, la rarissima ambra siciliana.

Nella sezione dedicata alla “Biologia Marina” è esposta una collezione di rari organismi marini provenienti dai fondali del Mar Mediterraneo e dello Stretto di Messina. Nelle vetrine sono esposti anche pesci abissali, coralli e molluschi dalle forme e dai colori più svariati. La sezione è stata arricchita anche da uno spazio dedicato alla marineria locale con foto d’epoca, attrezzi in uso dei marinai del luogo ed una barca di legno.

Sede di eventi culturali e mostre

Infine va ricordato che il Museo ha ospitato eventi culturali e mostre di pittura ed anche due importanti presepi artistici concessi in comodato d’uso dalla Regione Siciliana, uno è quello realizzato dal Maestro Roberto Vanadia e l’altro, quello del Maestro scultore giardinese Turi Azzolina che attualmente è esposto presso i locali dell’Archivio Storico – Banca della Memoria di Via Chianchitta inaugurato qualche settimana fà.

Articoli correlati

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.

Danila La Torrevice coordinatrice di redazione.

info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007