Lo svincolo di Giostra è aperto. Fine di un’attesa ventennale. FOTO - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Lo svincolo di Giostra è aperto. Fine di un’attesa ventennale. FOTO

Marco Ipsale

Lo svincolo di Giostra è aperto. Fine di un’attesa ventennale. FOTO

lunedì 31 Luglio 2017 - 11:45
Lo svincolo di Giostra è aperto. Fine di un’attesa ventennale. FOTO

Chi viene da Messina centro o da Messina Sud e gli altri svincoli della tangenziale può finalmente uscire a Giostra, “bypassando” il centro città. Apertura intorno alle 14.30. LA FOTOGALLERY DI GIOVANNI ISOLINO

Vent’anni per realizzare uno svincolo e ancora la storia non è finita. Ma oggi è un giorno importante perché finalmente i messinesi potranno usare l’uscita di Giostra, la più importante, quella per chi proviene da Catania, quindi dalla fascia jonica e dagli altri svincoli della tangenziale. Per l’altra, quella per chi proviene da Palermo, quindi dalla fascia tirrenica e da Villafranca, bisognerà ancora attendere qualche mese.

Sono trascorsi più di quattro anni, era il 15 maggio 2013, da quando furono aperti i due ingressi. Già allora fu una prima festa inaugurale ma quando s’impiegano tanti anni per realizzare uno svincolo ci sarebbe ben poco da festeggiare, pur non negando i vantaggi di cui finalmente la città potrà fruire. Da quattro anni è diminuito il traffico dalla zona nord in direzione centro, ora potrà ridursi anche in senso inverso.

Anche oggi la politica in passerella, con in prima linea l’amministrazione comunale, il Cas e l’Anas che hanno sbrogliato la matassa frutto di scelte passate sconsiderate. Meglio tardi che mai. Ma c'era anche il presidente della Regione, Rosario Crocetta, che non ha mancato di ricordare, come sempre, di essere messinese perché residente a Castel di Tusa. “La città è stata massacrata dal traffico di collegamento tra la Sicilia e il resto d’Italia, anche per mancanza di infrastrutture. Quella di oggi è una tappa importante, un impegno mantenuto”. Poi una puntata sul Cas: “Era un ente poco trasparente, con un mare di debiti e gli appalti in mano alla criminalità. Oggi è un ente che lavora. Ogni tanto scoppia qualche inchiesta ma riguarda il passato e non la nuova classe dirigente. L’unica via intelligente per il futuro è la fusione con Anas, purtroppo l’Ars ritarda sempre”.

Due parole per il neo assessore regionale alle infrastrutture, Luigi Bosco, che si è prodigato per “risolvere gli ultimi problemi e accelerare l’apertura dello svincolo. Un successo per tutta la Regione – dice – perché si trova nella sua porta d’accesso”.

A condurre la cerimonia d’inaugurazione è il presidente del Cas, Rosario Faraci: “Il merito è di tutti, ognuno per le proprie competenze, con la regia del presidente Crocetta, che ha un occhio particolare per Messina. Oggi è un giorno di festa”.

Nessuno vuole parlare dei demeriti di chi ha fatto sì che ci volessero vent’anni per arrivare al traguardo. “Il lavoro serio paga – dice il sindaco Renato Accorinti -. L’assessore De Cola ha lavorato bene in sinergia con il Cas e l’Anas. Sono fiero del fatto che la nostra amministrazione sia stata quella che ha fatto arrivare a Messina più soldi di tutte le altre, opere per centinaia di milioni. Voglio essere giudicato dai fatti, non dalle chiacchiere, le magliette e altre cose inutili”.

Un ruolo importante per sbloccare la vicenda l’ha avuto l’Anas. “Sono contenta del risultato – afferma la consigliera di amministrazione dell’azienda nazionale per le strade, Francesca Moraci -, anche perché Messina è la mia città. Evitiamo le polemiche sui ritardi, guardiamo verso il futuro. L’Anas si è assunta una responsabilità e l’ha portata a termine”.

Dell'Anas è anche il direttore dei lavori, Cristiano Fogliano: "Quando si iniziò a parlare dello svincolo di Giostra nei primi anni '90 – ricorda – ero uno studente universitario. L'Anas è subentrata nel 2010, ereditando un progetto esecutivo in cui le opere erano state realizzate solo in parte, impiegando la normativa risalente al 1996, vigente ai tempi del progetto ma di fatto superata. Abbiamo verificato la compatibilità con le nuove norme e le strutture sismo-resistenti non risultavano conformi. Con una variante in corso d'opera abbiamo studiato una soluzione tecnica con impalcati in acciaio corten al posto di quelli inizialmente previsti in cemento armato precompresso".

L'inaugurazione si è conclusa intorno alle 13. Il tempo di indirizzare il traffico e lo svincolo è stato aperto alle 14.30.

(Marco Ipsale)

Tag:

5 commenti

  1. Dopo il terremoto di Kobe, esattamente un anno dopo, tutto era stato risistemato (e non all’italiana…). Qui c’è ancora chi si vanta per merito assolutamente inesistenti.
    Una parola all’assessore de cola: ma non ti potevi accorgere prima che la bretellina tra lo svincolo e l’Annunziata non era stata mai collaudata?

    0
    0
  2. Carlo Cucinotta 31 Luglio 2017 13:23

    Come sempre il nostro Sindaco è quello che ha risolto tutto:
    I soldi che sarebbero arrivati a Messina li ha ottenuti lui “battendo i pugni sul tavolo”!
    Io ricordo solo che all’Univesità, e non al Comune, mentre lui, in forma usualmente scorretta, implorava l’aiuto dal Govero dicendo pe oltre 10 volte “Caro Matteo” il Presidente rispondeva con gelido e signorile “il Signor Sindaco di Messina”…
    Chi ha memoria “ricorda”, chi nella testa ospita neuroni attivi “capisce” anche il non detto …

    0
    0
  3. u tibetanu non si smentisce,sempre xxxxx con la maglietta che ama il tibet e non MESSINA.

    0
    0
  4. cammellinodipeluche 31 Luglio 2017 17:24

    Magari vorreste che commentassimo l’avvenimento?….poichè di avvenimento vero si tratta….classica passerella di personaggetti a cui frega nulla.

    0
    0
  5. Congratulazioni a tutti per questa importantissima infrastruttura ….ma non vedo l’ing. Leonardo Santoro che si era autoproclamato il Deus ex machina di tutta questa operazione!!!

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x