Lillo e Daniela: quel viaggio in India che ha cambiato la loro vita - Tempostretto

Lillo e Daniela: quel viaggio in India che ha cambiato la loro vita

Francesca Cali

Lillo e Daniela: quel viaggio in India che ha cambiato la loro vita

lunedì 01 Luglio 2019 - 08:00
Lillo e Daniela: quel viaggio in India che ha cambiato la loro vita

La giovane coppia messinese è fondatrice dell’associazione Mathriaka organizzatrice dell’evento Mother Earth Reunion, nato con l’intento benefico di raccogliere fondi per aiutare i bambini di un orfanotrofio indiano.

Si dice che l’unica regola di un viaggio è non tornare come si è partiti, ma tornare diversi. E diversi sono sicuramente tornati Lillo De Francesco e sua moglie Daniela Topazio dal viaggio in India che ha cambiato il loro modo di vedere le cose.

Lo scorso 29 marzo quando la coppia messinese ha raggiunto il villaggio di Andhra Pradesh forse poteva solo immaginare la condizione di estrema povertà in cui gli abitanti della regione dell’India centro orientale vivono. Eppure i bambini dell’orfanotrofio gestito dall’Associazione Care & Share Charitable Trust, dove Lillo e Daniela sono stati volontari, li hanno accolti sorridendo e chiamandoli “Mummy and Daddy” fin dal primo momento in cui hanno visto la giovane coppia.

Un’esperienza che ha cambiato la loro vita tanto da spingerli a fondare l’associazione Mathriarka, che ormai da mesi si occupa di aiutare i piccoli ospiti dell’orfanotrofio indiano che hanno lasciato un segno nel cuore dei due messinesi.

Lillo(Shaveh) e sua moglie hanno trascorso 15 giorni all’interno della struttura indiana vivendo a stretto contatto con gli atri volontari del centro e con gli stessi bambini ospitati nella struttura. L’Istituto ospita 500 bambini offrendo loro un tetto, del cibo, le medicine visto che fra questi bambini alcuni sono affetti dall’AIDS, e offrendo loro anche un’istruzione fino alla raggiungimento della laurea per garantirgli un futuro migliore.

“Durante la nostra permanenza- ha raccontato Lillo (Shaveh)- abbiamo trascorsi i giorni offrendo il nostro aiuto dove ce n’era bisogno dalla pulizie delle cucine fino all’organizzazione di attività ludiche per i ragazzi. Abbiamo comprato loro dei quaderni e li abbiamo visti dividerseli come se fossero doni preziosi. Abbiamo organizzato partite di pallone e cacce al tesoro e abbiamo portato alcuni di loro a mangiare pizza e gelato fuori dall’Istituto, un’esperienza per noi ormai ordinaria ma che per loro ha assunto il sapore dello straordinario. Solo chi vede tanta povertà può capire in fondo la situazione in cui versano questi bambini che nonostante tutto hanno sempre il sorriso e sono pronti a donare amore”.

Fin dal loro arrivo la giovane coppia ha sentito la necessità di fare qualcosa di più per quei bambini. Per questo ha avviato una raccolta fondi fra amici e parenti chiedendo un piccolo contributo e condividendo sui loro social dei video. Grazie a questa prima raccolta Shaveh e Daniela sono riusciti a raccogliere ben 27 mila euro con cui hanno acquistato vestiti, medicinali,e beni alimentari per i piccoli dell’orfanotrofio ed hanno avviato anche i lavori per la riparazione di un pozzo. Ma ancora tanto si può fare e per i bambini dell’Istituto di Care & Share Charitable Trust.

E tanto stanno facendo i due coniugi che tornati in Italia hanno creato l’associazione Mathriaka promotrice dell’evento Mother Earth Reunion, un evento mai fatto prima in Italia dalla doppia finalità quella spirituale e quella benefica (LEGGI QUI TUTTE LE INFO). Da un lato grazie all’evento, infatti, si avrà la possibilità di incontrare relatori ed ospiti internazionali al fine di ricongiungersi e riappropriarsi della Madre Terra; dall’altro lato l’evento sarà l’occasione di raccogliere fondi per il Care& Share Charitable Trust. Per l’occasione è stata organizzata una raccolta fondi con cui è possibile effettuare una donazione che permetterà agli interessati di partecipare all’evento. Obiettivo raggiungere quota 20mila euro così da poter attivare il meccanismo delle adozioni a distanza, comprare cibo e medicine e riattivare la piccola fabbrica presente all’interno dell’Istituto così da rendere semi-indipendente la struttura.

“Ormai siamo abituati a vivere di corsa, a vivere per il fatturato,-ha specificato Lillo De Francesco- ma soprattutto a rimandare quello che possiamo fare ora ad un secondo momento. Ecco perché diventa importante , invece, donare e donare subito contribuendo come si può per dimostrare di essere ancora altruisti. L’istituto si occupa di bambini che non hanno genitori e hanno bisogno di vestiti, medicine, e il cui mantenimento all’interno della struttura costa 500euro annui. Ogni piccolo aiuto diventa importante per loro. Donare per ricevere”.

Per partecipare all’evento o per effettuare una donazione libera basterà accedere alla piattaforma partecipa.mathriaka.org .

Francesca Calì

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.

Danila La Torrevice coordinatrice di redazione.

info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007