Mafia dei Nebrodi. Confiscati 11 milioni a un imprenditore di Capizzi - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Mafia dei Nebrodi. Confiscati 11 milioni a un imprenditore di Capizzi

Redazione

Mafia dei Nebrodi. Confiscati 11 milioni a un imprenditore di Capizzi

lunedì 13 Gennaio 2020 - 10:15
Mafia dei Nebrodi. Confiscati 11 milioni a un imprenditore di Capizzi

E' considerato esponente di Cosa Nostra

349 ettari di terreno, 3 società agricole, 8 fabbricati, 10 autovetture e diversi conti correnti postali e bancari, per un valore superiore a 11 milioni di euro.

E’ quanto i carabinieri di Enna e la Guardia di Finanza di Caltanissetta hanno sequestrato al 59enne imprenditore agricolo Giacomo Stanzù, di Capizzi (Messina), residente a Valguarnera (Enna).

Era stato arrestato il 30 novembre 2011, nell’ambito di un’inchiesta per omicidio, e condannato in via definitiva a 14 anni, per reati legati alla criminalità organizzata. Nel 2017 era stato disposto il sequestro dei suoi beni, oggi la confisca. A febbraio 2018, nell’ambito dell’operazione antimafia «Nibelunghi», erano stati individuati e indagati i presunti prestanome di Stanzù.

Alcuni collaboratori di giustizia hanno riferito di costanti contatti tra Stanzù e gli esponenti della cosca di cosa nostra di Enna ma anche con il boss di Gela, Daniele Emmanuello, ucciso nel 2007 in un conflitto a fuoco con la polizia che aveva individuato il suo covo in territorio ennese.

I beni confiscati si trovano a Piazza Armerina, Aidone e Assoro, tutti in territorio ennese.

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007