Messina. E pace sia, accordo Comune-Confesercenti: il mercato torna a Giostra - Tempostretto

Messina. E pace sia, accordo Comune-Confesercenti: il mercato torna a Giostra

Redazione

Messina. E pace sia, accordo Comune-Confesercenti: il mercato torna a Giostra

giovedì 15 Settembre 2022 - 23:01

Salta lo stato d'agitazione degli operatori economici previsto davanti a Palazzo Zanca

MESSINA – C’è l’accordo: gli operatori economici del mercato ritornano a Giostra. Stop alla “gabbia”, come la chiamano loro, dell’ex Mandalari. Salta all’ultimo momento lo stato d’agitazione previsto di mattina davanti a Palazzo Zanca. L’accordo tra il sindaco Federico Basile e l’assessora Dafne Musolino, da una parte, e i rappresentanti di Confersercenti e l’Anva (Associazione nazionale commercio su aree pubbliche) Confesercenti, prevede che, se sarà possibile sin dal 20 settembre, il mercato sarà trasferito nella parte nord di Giostra, come chiedevano i commercianti.

A siglare l’accordo, per l’organismo di categoria, Alberto Palella e Pietro Aci, rispettivamente presidenti di Confesercenti e Anva. Il sindaco, lo scorso 5 settembre, lo aveva già annunciato: “Lo spostamento potrà essere completato, se gli uffici ci daranno un parere favorevole, entro il 20 settembre”.

L’intesa, con lo spostamento, prevede che siano garantiti tutti i criteri di sicurezza, lasciando libera via Aranci e prevedendo che avventori, operatori e residenti non corrano rischi sul piano igienico e sanitario.

Gli ambulanti: “In strada, a Giostra, riusciamo a guadagnare”

“Da un’area fallimentare, come quella dell’area Mandalari, vogliamo tornare in strada, a Giostra. Uno spazio consono ai nostri affari per portare il pane a casa. Abbiamo fame di lavoro e paghiamo le tasse”, hanno sottolineato più volte gli ambulanti.

Articoli correlati

Tag:

28 commenti

  1. La cosa più giusta: speriamo che rimangono là per sempre, anche loro hanno diritto di lavorare.

    16
    52
    1. Sig. Luigi, evidentemente lei non abita lungo la via dove si terrà il mercato e quindi non potrà mai capire cosa significa avere il mercato dentro casa. Con la sporcizia che verrà lasciata lungo le vie, il caos che sei creerà a ridosso delle abitazioni. Siamo già reduci di questa scellerata esperienza. Tutti hanno diritto di lavorare ma si può lavorare anche nell’area assegnata, ovvero fronte mandalari. L’amministrazione comunale sta facendo un grande errore non tenendo in considerazione le famiglie che vivono a ridosso di quelle vie. Speriamo che i nostri amministratori locali ritornino nei loro passi quanto prima soprattutto nel pieno rispetto delle famiglie residenti che purtroppo ne subiranno le conseguenze avendo ingiustamente notevoli disagi di natura igienico sanitaria e di sicurezza.

      0
      0
    2. Tutti hanno diritto di lavorare, potrebbero però continuate a farlo nella zona loro assegnata, fronte Mandalari. Chi non abita lungo il viale Giostra e nelle traverse adiacenti non può capire cosa significa avere il mercato lo praticamente dentro casa. Questa esperienza è stata già fatta parecchi anni fa e la sporcizia, i disagi creati e la mancanza di sicurezza regnavano sovrani a discapito delle famiglie residenti. Questo è un patto scellerato tra amministrazione e 4 signori che pensano di decidere le sorti di molte famiglie. Se non ci fossero stati i tamponi da effettuare non ci sarebbero state discussioni su tutto ciò. Che tornino a lavorare come stavano facendo prima dell’emergenza COVID.

      11
      0
  2. Non corrano rischi sul piano igienico sanitario. Bene, anzi benissimo, se solo lo applicaste su tutto il territorio e non su un mercato settimanale.

    19
    8
  3. Loro hanno diritto di lavorare, ma noi cittadini non paghiamo pure le tasse?? Perché dobbiamo subire il caos che si crea a causa del mercato? Quella è una zona ad altissima densità di traffico, visto lo svincolo autostradale e gli imbarchi, poi è una zona ad altissima densità abitativa, dove si trovano scuole e altre realtà lavorative, come il mercato di sant’Orsola che crea a sua volta una notevole quantità di traffico. E soprattutto questi “vdd ed editori ambulanti” devono lasciare pulito, xké io non posso pagare la spazzatura anche a loro. Caro Sindaco, hai deciso di lasciarlo fuori dalla GABBIA ora trova chi controlla che queste persone facciano le cose in maniera da non causare un disagio alla cittadinanza della zona, se no hai fatto una discriminazione sociale.

    65
    2
  4. Una manciata di voti. Sono sempre buoni.
    La fila con tutte le auto che scendono da Giostra sarà chilometrica

    47
    3
    1. Hai ragione Salvatore, stavo per scrivere la stessa cosa. Accordo raggiunto giusto la settimana prima delle elezioni. Il consiglio comunale non risponde, ed il dipartimento traffico e mobilità non ha opposto nessun veto.

      29
      3
      1. State insinuando che il sindaco ha preso una decisione frutto della sua indiscutibile autonomia, la quale ha probabilmente procurato del consenso al candidato De luca?
        Il tutto a discapito del disagio procurato a terzi?
        Ma state scherzando!?!?

        6
        7
  5. Giusto lavorare…….sul pagare le tasse………resto dubbioso.

    19
    3
  6. Vorrei vedere il parere della viabilità, trattandosi di svincolo autostradale.
    Campagna elettorale sulla pelle dei cittadini.
    Non me lo sarei aspettato da questo sindaco , tanto meno dall’assessore Musolino.
    Indietro di 30 anni

    44
    4
  7. Questa è una vigliaccata. Torniamo indietro di 20 anni.Igiene e SICUREZZA CHE BELLE PAROLE. COMPLIMENTI SIGNOR SINDACO DEL RISULTATO. COME SI VEDE CHE NON SEI UNO CAPACE DI FARE RISORGERE QUESTA CITTÀ. DE LUCA HA OTTENUTO UN BEL RISULTATO. E CHI VI VOTA PIÙ DE LUCA? VOLEVI FARE IL SINDACO DI SICILIA. MA RITORNA A FIUMEDINISI.

    44
    7
  8. Bravissimo SIGNOR SINDACO TI MERITI L’OSCAR PER QUESTA CAFONATA ASSIEME A DAFNE MUSOLINO, CHE OTTERRÀ UN BEL RISULTATO ALLE ELEZIONI POLITICHE . PRENDERAI SOLO I VOTI DEI MERCATALI.
    TUTTI E DUE FATE UNA BELLA SQUADRA. PRIMO PREMIO OSCARafone

    1
    0
  9. Occupare una strada altamente trafficata con lo svincolo di Giostra ancora in quelle condizioni quindi è la soluzione più corretta? Rendere di nuovo schiavi del caos del traffico tutti gli abitanti della zona è la soluzione giusta? Questa città non ha prospettive fino a quando la politica è sottomessa alle lobby… Anche quella degli ambulanti…

    48
    3
  10. complimenti davvero, quando percorreremo il Viale Giostra ogni martedì e venerdì sarete nei nostri pensieri. We love Cateno ed i suoi fratelli.

    28
    4
  11. Santoro Domenico 16 Settembre 2022 10:54

    La sceneggiata si è conclusa: la finta protesta dei commercianti, l’accordo già fatto con chi grida di più e può portare consensi elettorali, e gli abitanti di quella porzione di Giostra ritornano nel caos di trent’anni fa, con l’aggiunta di uno svincolo autostradale attivo. Complimenti, questa sì che è arguzia. Grazie che perseverate a complicarci la vita

    35
    2
  12. Delinquiamosempre 16 Settembre 2022 12:06

    Bravissimi,finalmente hanno raggiunto lo scopo anzi due,raddoppiare il caos del traffico automobilistico a Messina e come ha detto un commerciante ora possiamo guadagnare quanto vogliamo aggiungo io,tanto considerando che questa cittá è in mano a………. persone !!!!!!!!!!!!

    19
    3
  13. DUE GIORNI DI CAOS…….non male BUDDACILANDI VOTA E GIRA non si cancia mai—e i senza sangu nte vini Buddaci si appecorano……..scusate in quei giorni lo Svincolo si chiude,,,,,,,chiedo per tanti amici….speci chiddi di lissti a cu pigghiu pigghiu di De Luca,,,,

    16
    3
  14. Sig. Sindaco e sig.ra Musolino, vi siete accordati con loro non tenendo conto dei disagi che provocherete ai residenti ed al traffico veicolare. Che delusione che siete!!!
    Avete ceduto per una manciata di voti. VERGOGNA!!!

    25
    3
  15. dico io persone senza scrupoli volete una città morta questi sono i messinesi andate a catania al centro e il mercatp da 50 anni
    ma quando andate a palermo dove il vero mercatox 2 giorni sara piu movimentata la zona. un bene x tutti saranno scomodi i venditori ma.piacevoli da vedere. una citta senza mercati e morta

    1
    0
  16. Cambiano le vittime (gli abitanti della zona) ma non cambia la sostanza. Realizzare un mercato in prossimità di uno svincolo è l’idea più infelice che si poteva avere, nella scelta della strada dovevavo sceglierne una meno critica del viale Giostra che oramai è diventato un centro di viabilità molo critico. Speriamo bene per i “poveri” residenti e per quelle ambulanze, pompieri etc.che lo percorrono sistematicamente e quasi giornalmente per portare soccorso. Se dovesse morire una persona nell’ambulanza perchè arrivata in ritardo in ospedale a causa del traffico rallentato nei giorni previsti dal mercato, si potrebbe configurare (su denuncia dei parenti) per i responsabili un reato di omicidio colposo. Speriamo bene per tutti e che tutto proceda nel migliore dei modi.

    23
    1
  17. giuseppe costantino 16 Settembre 2022 14:23

    Scelta folle fatta solo per fini elettorali e convenienza. Non gliene frega nulla della viabilità, delle file chilometriche sul viale Giostra, del casino che si crea. Come al solito danno l’impressione che vengano da Marte, sconoscendo i problemi della città.

    22
    2
  18. ROBERTO DE DOMENICO 16 Settembre 2022 17:27

    Il mercato sul viale Giostra crea non pochi problemi specialmente ai residenti per il posteggio,anche perché non dimentichiamo che ATM con i carri attrezzi fa lo scempio; la gente lavora, i soldi non li trova sotto gli alberi. Pertanto sarebbe opportuno risolvere i problemi dei parcheggi, dare un buon freno all’ATM per darsi una calmata e soprattutto per non esagerare con la rimozione delle auto, come avviene giornalmente.

    8
    3
  19. Erg.Signor Sindaco,
    Mi permetto esprimere il mio dissenso, unitamente a tutti i residenti della zona, per aver abdicato nel concedere agli operatori che occuperanno il martedì ed il venerdì, una parte importante, sopratutto vitale alla circolazione. Il Viale Giostra era e rimane via insostituibile per la circolazione dell’intera città, con svincoli di collegamento autostradali e traghettamento di mezzi anche pesanti da e per villa San.Giovanni.
    Già una volta il sindaco Accorinti ha fatto di tutto per trasformare la città di Messina in una casbah, e devo dire che ci è riuscito perfettamente. Le bancarelle su tutte le strade cittadine hanno fatto in modo di impoverire il territorio e trasformarlo in un letamaio.
    Poi è arrivato,FORTUNATAMENTE, il Sindaco De Luca, che con il suo impegno, non facile, ha messo un punto fermo, togliendo tutte le bancarelle dalle vie cittadine. Certo non è stato facile per De Luca, ha preso delle decisioni impopolari, ma successivamente, le sue decisioni sono state benedette da tutti i cittadini.
    Dunque Sig. Sindaco, non tentenni e non scenda a compromessi, non sia debole con i forti e forte con i deboli. I cittadini vogliono che il mercato venga ripristinato nuovamente nella zona in cui ha trovato la migliore collocazione per loro e per la città.

    0
    1
  20. È da pazzi, non ci sono vie di fuga bisogna eliminare cordolo centrale.

    2
    2
  21. Quello che oltre 30 anni fa era stato ritenuto un abominio, ritorna oggi con l’aggravante di uno svincolo autostradale super trafficato. Complimenti all’amministrazione comunale 👌

    7
    1
  22. Ma che vergogna… Per il profitto di pochi pagano in tanti…

    0
    1
  23. Ma che vergogna… Per il profitto di pochi pagano in tanti…

    1
    1
  24. Solo a Messina possono fare queste cretinate .. il traffico nel viale Giostra già c’è abbondantemente senza mercato .. con il mercato sarà il caos nn solo nel viale Giostra ma in via Palermo e tutte le strade adiacenti .. per nn parlare dei residenti che chissà dove dovranno parcheggiare per rientrare nella loro abitazione .. nn mi esprimo sul sindaco e chi c’è dietro che è meglio

    0
    1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Marco Olivieri direttore responsabile
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007