Caos al casello di Milazzo, la rabbia degli automobilisti sui social - Tempo Stretto

Caos al casello di Milazzo, la rabbia degli automobilisti sui social

Santi Cautela

Caos al casello di Milazzo, la rabbia degli automobilisti sui social

venerdì 08 Giugno 2018 - 11:34
Caos al casello di Milazzo, la rabbia degli automobilisti sui social

Monta la protesta ai caselli di Milazzo per i disservizi negli orari di punta, un problema che unito alla sicurezza dell'arteria autostradale che collega il centro tirrenico a Messina, si fa sempre più impellente

Non ci stanno gli automobilisti. Sullo stato dell'autostrada A20 tra Barcellona, Milazzo e Messina è già nata una petizione online per abolire il pedaggio. Una petizione che ha già superato le 8 mila adesioni.

Intanto protestano sui social gli automobilisti per i disservizi riscontrati ai caselli gestiti dal Consorzio per le autostrade siciliane. A Milazzo, in particolare, già nelle ore di punta – pausa pranzo e stacco lavorativo – si riscontrano imponenti code a causa dell'unico sportello rimasto efficiente. Gli altri due invece restano chiusi.

Il problema si unisce a quello assai percepito della sicurezza del tratto autostradale ormai quasi interamente a una corsia, da Milazzo a Messina e per la gestione di questo. Compreso nel dibattito anche i ritardi per la riapertura del viadotto di Acquacalda, nel tratto di autostrada tra Barcellona e Milazzo, chiuso da mesi per mancata manutenzione. La rabbia si registra sui canali social attraverso foto e commenti anche accesi indirizzati contro la classe politica e più nello specifico alla dirigenza del Cas.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.

Danila La Torrevice coordinatrice di redazione.

info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007