Milazzo, sequestrata discarica abusiva. Costa: “Obiettivo salvare il mare”. VIDEO - Tempostretto

Milazzo, sequestrata discarica abusiva. Costa: “Obiettivo salvare il mare”. VIDEO

Salvatore Di Trapani

Milazzo, sequestrata discarica abusiva. Costa: “Obiettivo salvare il mare”. VIDEO

sabato 04 Gennaio 2020 - 07:00

Predisposto il sequestro dalla Capitaneria di Porto-Guardia Costiera, su disposizione della procura. Sulla questione è intervenuto direttamente il ministro Costa: “Obiettivo salvare il mare”.

Continua a far discutere, la discarica abusiva rinvenuta presso la spiaggia di ponente a Milazzo. I rifiuti sono emersi in seguito alle forti mareggiate che, nei giorni scorsi, hanno letteralmente flagellato il territorio.

Il sequestro e le indagini

Ieri l’intervento della capitaneria di porto, che su indicazione del ministro dell’ambiente Sergio Costa, ha avviato le opportune verifiche e su disposizione della procura predisposto il sequestro. Sul posto il capo del Reparto Ambientale Marino, l’ammiraglio Aurelio Caligiore, affiancato dal suo staff. Al momento le indagini risultano ancora in corso.

L’intervento della guardia costiera è stato voluto direttamente dal ministro dell’ambiente, Sergio Costa, che parla di una stima di circa 20 ettari di rifiuti a ridosso del mare. Il pericolo più immediato, al quale si vuole dare celere soluzione, è che i cumuli di rifiuti possano finire nel mare generando tutte le criticità del caso.

“Cumuli di rifiuti accatastati e disseminati in riva al mare, tra cui anche dei fusti, sono emersi a seguito della recente mareggiata: uno sfregio intollerabile alla natura”. È quanto si legge in una nota del ministero dell’ambiente.

Le dichiarazioni

«Stiamo monitorando con attenzione quanto accaduto: un fatto davvero sconcertante –ha dichiarato il ministro Costa– Stiamo attivando tutti gli attori istituzionali competenti sul territorio, dal Comune alla Regione, affinché si scongiuri il pericolo che i rifiuti finiscano in mare e affinché vengano prontamente rimossi. Il nostro obiettivo prioritario è salvare il mare da un eventuale inquinamento, agevolare un rapido ripristino ambientale dell’area e proteggere la popolazione da eventuali rischi sanitari».

A presiedere ai sopralluoghi anche la senatrice Barbara Floridia, che a mezzo social è voluta intervenire sulla questione facendo il punto su quanto emerso fino ad ora.

“Già da circa gli anni 70, come emerso da un primo e immediato sopralluogo –spiega la senatrice in un video- sono stati gettati a ridosso del mare, per anni e anni e forse anche decenni, rifiuti di vario genere. Questa discarica abusiva ha un’estensione davvero enorme, siamo davanti ad un’emergenza ambientale”.

Floridia ha quindi proseguito esprimendo soddisfazione per l’immediato intervento del ministero dell’ambiente. Si è quindi detta disponibile ad interloquire con tutti gli enti preposti, affinché si trovi immediata soluzione. “Il più grande dispiacere –ha concluso- è che si stia lasciando un disastro ambientale alle generazioni future”.

(Video di Carmelo Cutropia).

Articoli correlati

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Marco Olivieri direttore responsabile
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007