Morte 22enne a Lipari. Anche la commissione salute in visita all'ospedale - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Morte 22enne a Lipari. Anche la commissione salute in visita all’ospedale

Redazione

Morte 22enne a Lipari. Anche la commissione salute in visita all’ospedale

domenica 30 Agosto 2020 - 07:30

La protesta degli isolani, presso il porto di Lipari, ha mobilitato anche la commissione salute dell’Ars che visiterà l’ospedale.

La commissione salute dell’Ars visiterà, la prossima settimana, l’ospedale di Lipari dove incontrerà il personale sanitario ma anche il direttore generale dell’Asp e la comunità eoliana. Ad annunciarlo è il deputato M5s Antonio De Luca, della commissione salute dell’Ars, in seguito alla morte della giovane 22enne Lorenza Famularo.

Per la prossima settimana è prevista anche la visita del presidente della regione Sicilia, Nello Musumeci. L’incontro con le istituzioni era stato richiesto a gran voce dagli isolani, che avevano occupato il porto in segno di protesta.

Chiesto l’invio degli ispettori ministeriali

«Ho chiesto e ottenuto dal viceministro Sileri –dichiara Antonio De Luca- l’invio degli ispettori ministeriali, oggi ho scritto alla presidenza della commissione Salute per sollecitare la trasferta della commissione nell’isola. Dopo la morte, il 23 agosto scorso, di una ventiduenne che aveva accusato per giorni dolori alla spalla e al torace, il minimo che si possa fare è andare incontro a questo territorio che da anni chiede soltanto il rispetto del proprio diritto alla salute».

De Luca ha quindi proseguito, aggiungendo: «La comunità eoliana, al pari di tutte le altre isole minori siciliane, chiede soltanto il rispetto di un diritto costituzionalmente garantito, quello di avere un’assistenza sanitaria efficiente e merita lo stesso rispetto e trattamento degli altri siciliani. La tragica vicenda della ragazza morta a Lipari non può passare sotto traccia, va indagata a fondo in tutte le sue sfaccettature, ma deve anche diventare un episodio che non si ripeta mai più».

Le dichiarazioni dei deputati cinquestelle

Sulla vicenda si sono espressi anche gli altri componenti della commissione salute all’Ars del M5s, Giorgio Pasqua, Salvatore Siragusa e Francesco Cappello.

«Da tempo –hanno dichiarato- da Lipari ci arrivano allarmi relative alle carenze di organico all’ospedale, col personale sottoposto a eccessivi carichi di lavoro. Svariate volte l’assessore Razza è stato avvisato che all’ospedale di Lipari mancano decine e decine di figure, come cardiologi, infermieri e rianimatori e che da queste carenze deriva un’evidente pericolo per la popolazione residente, specie d’estate, quando aumenta a dismisura la platea di pazienti che si recano al pronto soccorso. Non si comprende il senso di approvare una rete ospedaliera da cui discende un’apposita dotazione organica se poi questa non viene rispettata ».

Le dichiarazioni dell’ordine professionale

Sulla vicenda si è espresso anche l’Ordine delle Professioni Infermieristiche di Messina, che si dice fiducioso sulle indagini della magistratura.

«L’Ordine delle Professioni Infermieristiche di Messina –si legge in una nota– intende, preliminarmente esprimere il proprio cordoglio e vicinanza alla famiglia della giovanissima Lorenza. Contestualmente intende manifestare la propria vicinanza e supporto al collega infermiere, che da subito è stato “individuato” ed inviato in commissione disciplinare, prima ancora che i deputati organi inquirenti facciano le dovute e necessarie indagini. Siamo assolutamente fiduciosi che la Magistratura farà chiarezza su questa nebulosa vicenda, nella consapevolezza che la ricerca della verità è un atto quanto mai dovuto ad una famiglia sconvolta da un dolore inenarrabile».

Articoli correlati

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x