Musumeci: "I magistrati siano più sobri. Quanto agli sciacalli... restano sciacalli" - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Musumeci: “I magistrati siano più sobri. Quanto agli sciacalli… restano sciacalli”

Rosaria Brancato

Musumeci: “I magistrati siano più sobri. Quanto agli sciacalli… restano sciacalli”

venerdì 02 Aprile 2021 - 08:47
Musumeci: “I magistrati siano più sobri. Quanto agli sciacalli… restano sciacalli”

"I magistrati non dovrebbero dare giudizi morali ma occuparsi di reati. Serve più sobrietà, meno vetrine" e a chi gli chiede le dimissioni replica

Nel giorno in cui la maggioranza va a pezzi durante il voto per la Finanziaria, tra franchi tiratori e vendette trasversali, Musumeci difende l’operato dell’ex assessore Razza e non si tira indietro neanche rispetto a quei magistrati che indulgono in giudizi morali e apparizioni in tv. Infine lancia fendenti alle opposizioni che chiedono le sue dimissioni ricordando altre inchieste e altri indagati e chiosando: “gli sciacalli ballano sui corpi dei leoni ma i leoni restano leoni e gli sciacalli restano sciacalli”.

Maggioranza sotto assedio

Il problema più grave è la tenuta della maggioranza più che il singolo destino di un assessore, sia pure delfino del governatore e Musumeci lo sa bene. Sotto assedio in Aula inizia difendendo sull’aspetto semantico la frase intercettata di Razza a proposito della necessità di distribuire il numero dei morti (il cui dato è arrivato in grande ritardo) in due giorni.

La frase spalmiamo i morti

 “L’espressione ‘spalmiamo i morti” è stata assolutamente infelice, anche se si usa nel gergo – ha detto Musumeci – Può suscitare giustamente indignazione: però se si fosse detto distribuiamola o accreditiamola, forse avrebbe suscitato meno reazione. Quel termine si riferiva al fatto che quei dati erano arrivati dalle strutture con cinque giorni di ritardo, quindi non avrebbe avuto senso caricarli in un solo giorno, quello sì sarebbe stato atto falso. Non potevi dire che c’erano stati 26 morti in un giorno, quando erano stati in 4-5 giorni. Comunque li collochi il saldo finale non cambia”.

No responsabilità di Musumeci

I magistrati hanno dichiarato che non c’è alcuna responsabilità in capo al Presidente e hanno anche fatto comprendere che la posizione di Razza non è critica. Ma è proprio sulle interviste rilasciate dai magistrati (anche successivamente alla decisione dell’ex assessore di avvalersi del diritto di non rispondere) che Musumeci si è soffermato.

Più sobrietà meno vetrine

Chiedo ai magistrati che si stanno occupando della vicenda, più sobrietà, meno vetrine, meno interviste – ha continuato – Un Pm nella fase iniziale dell’indagine deve avvertire la necessità di meno sovrapposizione mediatiche. Se fossi avvocato direi non si indaga per sapere se c’è notizia di reato ma perché c’è una notizia di reato. Un Pm non deve esprimere valutazioni di carattere morale o etico su persone che ricoprono cariche pubbliche, si deve occupare dei reati”. 

Razza dato in pasto alla folla

Musumeci manterrà l’interim alla salute fin quando lo riterrà opportuno e necessario (anche per evitare scontri interni alla maggioranza e al movimento Diventerà Bellissima in questa fase delicata). Su Razza evidenzia come abbia dato la migliore risposta: “dato in pasto alla folla, quella folla che disse liberate Barabba. Potrebbe capitare a ciascuno di voi, per una parola mal detta, per avere compiuto un atto senza la dovuta meditazione. Prudenza serve, prudenza. La gente è disperata, è affamata, ed è facile aizzare le persone per dire mandate a casa questo governo. Non si risolve niente così perché rispetto alla folla che grida c’è un popolo che pensa e ragiona”.

Gli sciacalli e i leoni

Ed è rivolgendosi al Pd che ha avviato la campagna di mobilitazione per le dimissioni del governo Musumeci ed al M5S che il governatore affonda il colpo: “Divertitevi… divertitevi. Ho visto tanti sciacalli ballare sui leoni in difficoltà. Divertitevi… tanto i leoni resteranno leoni… gli sciacalli resteranno sciacalli”.

I vili scappano

Musumeci ha poi ricordato alle opposizioni che ad esempio il governatore del Lazio (nonché all’epoca segretario nazionale del Pd) non si è dimesso due mesi fa quando ha ricevuto un avviso di garanzia, a differenza di Razza. Per non parlare del cerchio magico di crocettiana memoria e “delle parole agghiaccianti dell’assessore Lucia Borsellino quando si dimise e a chi le chiedeva perché rispose per ragioni di ordine etico e morale. Ruggero Razza, a differenza di Zingaretti si è dimesso. Voi oggi chiedete persino le mie dimissioni ma solo i vili e i fuggiaschi si dimettono, siamo qui perché questa terra la vogliamo cambiare”.

Articoli correlati

Tag:

7 commenti

  1. Voto Musumeci: – 2 (…..distributore…..).

    12
    9
  2. bonanno giuseppe 2 Aprile 2021 09:01

    bravu….ma appena rallenta un pochino questa pandemia DIMETTITI e dedicati al concorso di bellezza “DIVENTERA BELLISSIMA” che e meglio o no ??

    19
    12
  3. Scusate, ma a Reggio Calabria, il sindaco PD e il consiglio comunale si devono dimettere o no, dopo che hanno fatto votare i defunti…. chiedo così tanto per sapere…

    0
    0
  4. Sei vicino all’esonero,quindi non dare consigli né ai giudici né al popolo!

    0
    0
  5. i leoni resteranno leoni… gli sciacalli resteranno sciacalli!!!!!
    il tempo è galantuomo!!!
    gli sciacalli!? si nutrono carogne e in Sicilia ce ne sono tante di carogne.
    Basta pensare, come ci hanno ridotti negli ultimi 50 anni

    0
    0
  6. Presidente Musumeci rimanga fermamente al timone e con la sua determinazione ci conduca ad un porto sicuro. Il popolo siciliano ha pienamente fiducia nella sua azione di governo che porta avanti con con serietà e competenza, adottando i necessari provvedimenti restrittivi al costo di apparire impopolare. Non merita certo la spettacolare iniziativa di certa magistratura.

    1
    1
  7. In una regione normale si sarebbe comunicato che i dati erano riferiti ai giorni precedenti che per problemi tecnici non erano stati caricati (chiamasi onestà intellettuale ) ma da noi no ,spalmiamo morti come se fosse marmellata certo i numeri alla fine sono uguali ma la figura di mer… la fa la Sicilia tutta

    0
    1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x