Contesse, un presepe vivente per la riscoperta dei valori essenziali - Tempo Stretto

Contesse, un presepe vivente per la riscoperta dei valori essenziali

Emanuela Giorgianni

Contesse, un presepe vivente per la riscoperta dei valori essenziali

venerdì 28 Dicembre 2018 - 07:02
a villa miloro
Contesse, un presepe vivente per la riscoperta dei valori essenziali

Per le vie di Contesse, a Messina, risuonano canti di Natale e, tra le luci e le decorazioni, in un clima fiabesco, una grande affluenza di persone si dirige verso un unico luogo, la suggestiva Villa Miloro, in Via Marco Polo. Qui, infatti, la Parrocchia Santa Maria dell’Immacolata, sempre attiva e impegnata nel sociale grazie al fantastico parroco Padre Santino, con l’aiuto di tutta la comunità di Contesse, ha realizzato il suo Presepe vivente.

Più di un mese di lavori, svolti da alcuni membri della comunità, hanno dato vita alla 4ª edizione del Presepe vivente di Contesse, svoltosi già nel 2014 e nel 2015, nella Chiesa della Calispera, e nel 2016 sempre a Villa Miloro.

Il presepe è stato aperto il 24 notte, il 25 e il 26, ora tornerà il 30 dicembre e l’1, il 5 e 6 gennaio dalle 18,30 alle 21.

Il percorso è vastissimo, ricco di tutti i personaggi e i luoghi fondamentali per ripercorrere la natività di Cristo. All’entrata due centurioni controllano gli ingressi del pubblico, che seguirà, poi, un percorso illuminato e arricchito da diverse citazioni, dove è possibile osservare fruttivendoli, sarti, ostieri, artigiani e pastori impegnati nei loro mestieri, passare dal laghetto delle papere, incontrare galline e tenerissime caprette e nel frattempo assaggiare le castagne arrostite sul momento e il buonissimo pane caldo servito dai fornai, il tutto accompagnato dal natalizio sottofondo musicale o dalle note dal vivo dello zampognaro. Infine, due angioletti anticipano l’arrivo alla grotta, dove i Re Magi porgono i loro doni al bambin Gesù, protetto da Maria e Giuseppe, con loro accanto il bue e l’asinello.

Un presepe incredibilmente realistico e accuratamente progettato in ciascuna delle sue parti grazie alla cooperazione della comunità, di grandi e piccoli, sia per la costruzione delle varie locande, che per la realizzazione dei costumi, l’interpretazione dei personaggi (perfino dei più piccini nel ruolo di Gesù), e la cura degli animali.

L’evento che fa, infatti, parte dell’itinerario parrocchiale “Famiglia giovane nel cuore e nella mente”, ha come filo conduttore fondamentale il recupero dei valori semplici ma sostanziali dell’amicizia e della famiglia, troppo spesso dimenticati.

“Siamo ispirati dalle parole di Papa Francesco al Sinodo dei giovani, rivolte alla riscoperta di questi valori, la cura dei cari e il bene dei fratelli, l’amicizia, la gioia e la speranza, necessari ai giovani per realizzare il loro progetto di vita, raggiungere la felicità e avverare i loro sogni” afferma Padre Santino.

E il loro Presepe vivente è la dimostrazione palese della concretizzazione di questi obbiettivi, realizzato con semplicità dalla collaborazione di tutti, in un’atmosfera gioiosa in cui è impossibile ignorare il senso di serenità che si respira e non esserne travolti. Un senso di serenità che viene trasmesso, immediatamente, da chi partecipa in prima persona ai numerosissimi che assistono; è questa la luce che ai tempi ha avvolto i pastori e oggi avvolge tutti noi.

La stella cometa da seguire, per la comunità di Contesse, sono proprio questi valori, per attingere da essi, come asseriscono le didascalie dinanzi ogni ambiente del presepe, la gioia e la pace di cui abbiamo bisogno e, in nessun luogo meglio che al presepe vivente di Villa Miloro, questo Natale, si è in grado di farlo.

Una piccola comunità in grado di fare grandissime cose grazie a semplici valori che, se protetti, possono veramente cambiare la realtà.

Per l'elenco completo dei presepi viventi che offre Messina tra città e provincia leggi l'articolo Quali presepi viventi visitare nel messinese.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.

Danila La Torrevice coordinatrice di redazione.

info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007