Rinvenute e distrutte altre 932 piantine di cannabis in Aspromonte - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Rinvenute e distrutte altre 932 piantine di cannabis in Aspromonte

Dario Rondinella

Rinvenute e distrutte altre 932 piantine di cannabis in Aspromonte

martedì 30 Luglio 2019 - 14:59
Rinvenute e distrutte altre 932 piantine di cannabis in Aspromonte
L’ennesimo ritrovamento conferma il costante impegno della Guardia di Finanza

San Luca (RC) – Grazie ad  un’intensificazione straordinaria del dispositivo di sicurezza per la stagione estiva 2019, i finanzieri del Gruppo di Locri hanno scoperto, grazie all’avvistamento dall’alto di un elicottero del Reparto Operativo Aeronavale della Guardia di Finanza di Vibo Valentia, una piantagione di cannabis occultata nella fitta vegetazione dell’Aspromonte.

Ad individuare la presenza della piantagione, durante una perlustrazione è stato l’equipaggio dell’elicottero “NEXUS VOLPE 306 “.A seguito dei numerosi sequestri di piantagioni di canapa Indiana effettuati negli ultimi anni nel territorio calabrese, soprattutto nel periodo estivo e autunnale, dove il clima si presta alla crescita rigogliosa di questo tipo di vegetale, le forze di Polizia hanno studiato e concordato l’impiego di mezzi aerei e terrestri congiuntamente, proprio perché, tramite i mezzi aerei si può contare ed avere una mappatura precisa del contesto illecito in questione.

La piantagione è risultata accuratamente e abilmente occultata tra la fitta vegetazione del costone di roccia rendendo difficoltosa sia l’individuazione dall’alto che l’accesso da terra. Con l’aiuto dell’elicottero della Sezione Aerea del Corpo di Lamezia Terme e l’impiego di una pattuglia del Gruppo di Locri, si è effettuata una ricognizione dei luoghi al fine di individuare una possibile via d’accesso alla piantagione.

Il personale operante dopo essersi inoltrato nella fitta vegetazione nel Comune di San Luca (Rc) all’interno di un’area demaniale boschiva, ha individuato un terrazzamento predisposto ad accogliere le piante in conche equidistanti tra loro circa 30 cm, con relativo impianto di irrigazione composto da tubazione nera interrata. I

n totale, sono state rinvenute ben 932 piante di sostanza stupefacente risultate essere presumibilmente appartenenti alla famiglia della “Cannabis Indica “, dalle quali, dopo l’essiccazione, si sarebbero potuti ricavare circa  965 kg di marijuana. Si è proceduto infine al sequestro di alcuni campioni ed alla distruzione della piantagione sul posto.

Dario Rondinella

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.

Danila La Torrevice coordinatrice di redazione.

info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007