Risanamento. De Luca a Navarra: "Ha fatto un sogno. Ma le baracche sono realtà" - Tempostretto

Risanamento. De Luca a Navarra: “Ha fatto un sogno. Ma le baracche sono realtà”

Rosaria Brancato

Risanamento. De Luca a Navarra: “Ha fatto un sogno. Ma le baracche sono realtà”

giovedì 10 Dicembre 2020 - 08:18

Al parlamentare dem replica il sindaco, ricordando i 200 alloggi consegnati e come invece la legge sia ancora ferma

Navarra aveva sferrato il colpo sul risanamento, puntando il dito sul governo Musumeci e sul sindaco De Luca, contestando ad entrambi solo parole al vento e pochi fatti. E in serata De Luca ha replicato, rendendo pan per focaccia e chiedendosi se Navarra ha sognato di essere in uno Stato autonomo nel quale un ministro stava sostenendo un progetto di legge in Parlamento per il risanamento.

De Luca: di che ministro parla?

Poi si è svegliato- scrive De Luca- e ha pensato di scrivere che confida che il Governo nazionale possa giungere tempestivamente alla soluzione del problema. Provenzano si è assunto l’onere di sostenere l’iter legislativo di tre progetti di legge”… Ma è per ridere vero? Parliamo di quel Ministro che ha ritardato la conclusione dell’esame in commissione e conseguentemente l’approvazione in aula? Parliamo di quel Ministro che, dopo aver dichiarato di voler risolvere il problema, non ha nemmeno concordato con esponenti della maggioranza – tra cui lei, caro onorevole Navarra – e della minoranza la presentazione di un emendamento in legge di bilancio che potesse essere giudicato ammissibile?”

Gli emendamenti bocciati

Il sindaco ricorda come gli emendamenti presentati al Bilancio la scorsa settimana, sia dalla maggioranza che dall’opposizione, sul risanamento a Messina sono stati bocciati perché considerati carattere localistico o micro-settoriale. Gli stessi 5Stelle hanno protestato per la bocciatura, ma il Pd no.

“Grazie a me 200 alloggi”

Caro Navarra lei afferma che la competenza non è del governo ma della Regione. E Lei ancora parla di un conflitto Stato-Regione di fronte a 2.500 famiglie che passeranno l’ennesimo Natale sotto l’eternit?” Il sindaco ricorda poi come non appena insediatosi, nell’estate 2018, ha avviato una interlocuzione con l’Agenzia di Coesione l’Autorità di Gestione del PON Metro per avere l’autorizzazione a costituire un fondo per acquisto case per tutti i soggetti in condizione di grave marginalità abitativa (fisica ed ambientale). In seguito a questo è stato  ammesso a finanziamento un progetto di € 11.984.000 per acquisto alloggi, che a oggi attraverso le procedure di evidenza pubblica, ha consentito l’assegnazione di 200 alloggi.

“Quando sarà approvata?”

Mi chiedo, dato che confida che il Governo nazionale possa giungere tempestivamente alla soluzione del problema, può dirmi la data esatta in cui verrà approvata – dopo numerosi rinvii, dovuti proprio alla mancanza di determinazione da parte del ministro Provenzano – la legge sul risanamento? “

In conclusione il sindaco invita Navarra a trascorrere con lui il giorno di Natale per vedere da vicino la realtà senza lasciarsi andare a “visioni oniriche”

Articoli correlati

Tag:

4 commenti

  1. Questa volta non si può non dare ragione al sindaco che è l’unico che ha fatto finalmente qualcosa di positivo e di concreto sull’argomento baracche. All’assegnazione dei 200 alloggi a cui fa riferimento il sindaco dovrebbe corrispondere l’abbattimento istantaneo delle rispettive baracche che altrimenti verrebbero occupate di nuovo, speriamo bene!

    14
    12
    1. Se uno si accontenta di così poco…

      8
      8
    2. Con i soldi stanziati dalla amministrazione precedente…
      Ricordo che aveva promesso che TUTTE le baracche sarebbero scomparse entro il 2018. Pinocchio!

      6
      1
  2. Andate a lavorare e compratevi casa come tutte le famiglie hanno fatto facendo sacrifici per avere un tetto di cui usufruire…..

    4
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007