S. Teresa, verso le elezioni. Lo Giudice: "Tra me e Bartolotta la differenza è... generazionale" VIDEO - Tempostretto

S. Teresa, verso le elezioni. Lo Giudice: “Tra me e Bartolotta la differenza è… generazionale” VIDEO

Carmelo Caspanello

S. Teresa, verso le elezioni. Lo Giudice: “Tra me e Bartolotta la differenza è… generazionale” VIDEO

venerdì 20 Maggio 2022 - 07:15

L'INTERVISTA. Il sindaco uscente: "Si concludono cinque anni di semina, adesso raccoglieremo i frutti. Cambieremo il volto della città con i Giardini dell'Agrò nella zona sud. Abbiamo già chiesto un finanziamento di 3 milioni"

di Carmelo Caspanello (riprese video e montaggio Matteo Arrigo)

S. TERESA DI RIVA – “La differenza tra me e Nino Bartolotta è generazionale. La sfida è avvincente perché ci sono due visioni diametralmente opposte. Mi auguro ci sia la possibilità di confrontarci sui temi che riguardano la nostra cittadina. E, perché no, anche dalla loro parte potrebbero emergere spunti interessanti”. Danilo Lo Giudice guarda al futuro all’insegna della continuità del lavoro svolto nei suoi primi cinque anni da sindaco di S. Teresa di Riva (“Abbiamo seminato tanto, adesso dobbiamo raccogliere”), parte dei quali coincisi con l’incarico di deputato regionale. “Abbiamo da portare a compimento le opere ed i progetti avviati nel lustro precedente”, taglia corto l’onorevole. Lo Giudice guarda con grande attenzione ad un progetto di 3 milioni di euro legato alla riqualificazione della zona sud, un polmone verde nell’area di piazza “Stracuzzi”, per il quale lo scorso aprile è stata avanzata richiesta di finanziamento.

“Il nostro progetto da 3 milioni di euro per i Giardini dell’Agrò”

“Abbiamo immaginato di realizzare in quel luogo i Giardini dell’Agrò, partecipando ad uno specifico bando. Una sorta di parco multifunzione che prevede tante attrattive di natura diversa: da un’area per gli spettacoli ad una per i cani; dai giochi per bambini ai campi da padel e basket. Non tralasciando il verde pubbliche. Ma oltre, ci sono i progetti e le opere che stanno già vedendo la luce importanti per far fronte concretamente al dissesto idrogeologico. Interventi che riguarderanno i torrenti Agrò e Porto Salvo ed anche il Savoca per ciò che concerne, invece, il progetto di difesa della costa e il ripascimento della spiaggia”.

“L’attuale rilevato ferroviario strategico per il futuro una volta dismesso”

Anche Lo Giudice, come il competitor Nino Bartolotta (già sindaco di S. Teresa dal ’92 al 2003), ritiene che lo sviluppo del territorio passi dalle decisioni legate a ciò che si intende fare laddove sorge l’attuale rilevato ferroviario nel momento in cui sarà dismesso e si usufruirà del nuovo tracciato con doppio binario. “Sarà uno dei temi più importanti – evidenzia Lo Giudice – da affrontare, insieme ai sindaci del comprensorio, subito dopo le elezioni. La nostra intenzione è di recuperaree  mettere a disposizione dei cittadini quell’area nel massimo rispetto dell’ambiente”. Il sindaco uscente ha infine spiegato perché nei cinque anni in cui ha amministrato e nei cinque precedenti (in cui è stato sindaco Cateno de Luca) il Piano regolatore generale (adesso Piano urbanistico generale) è rimasto nel cassetto: “E’ cambiata la normativa…”. NEL VIDEO ALLEGATO L’INTERVISTA INTEGRALE AL SINDACO DANILO LO GIUDICE

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007