Messina: due vittorie per un segnale. Poi se Ferreira è fuori forma... - Tempostretto

Messina: due vittorie per un segnale. Poi se Ferreira è fuori forma…

Messina: due vittorie per un segnale. Poi se Ferreira è fuori forma…

lunedì 17 Settembre 2012 - 14:10

L'esterno portoghese ha regalato altri tre punti in extremis al Messina, ma con un passo indietro a centrocampo. In difesa ottimo Chiavaro, non solo per il gol

Il Messina batte l’Agropoli e resta in cima alla classifica a punteggio pieno. Per imporre il proprio gioco ci sarà tempo. Ancora una volta è stato il portoghese Pedro Ferreira a firmare al ’93 una vittoria preziosissima. Bravo a farsi trovare pronto all’appuntamento con il gol sull’assist di Giorgio Corona, ma anche sul piano tattico. L’ex Ancona, infatti, subentrato a Cocuzza, ha avuto l’intelligenza di spostarsi sulla linea dei centrocampisti sopperendo ai problemi fisici di Cicatiello, colpito dai crampi negli ultimi quindici minuti di gioco (il giovane di scuola Genoa ha avanzato il proprio raggio d’azione di qualche metro, con lo spostamento di Ferreira sul centrodestra). Come lo stesso esterno ha ammesso, non è ancora al top della forma ma le reti segnate (attualmente è capocannoniere della squadra con due gol) danno molta fiducia: «Spero tra due o tre settimane di essere completamente pronto, ho saltato il ritiro ma sto lavorando per recuperare. In attacco siamo in tanti, sono pronto a giocare anche a centrocampo se il mister lo vorrà», ha affermato. Poi sul gol: «Emozioni più forti di Noto, segnare sotto la curva con quasi quattromila persone ad esultare è stato bellissimo».

Eppure il Messina ha rischiato, perché lo 0 a 1 incassato ad inizio gara poteva tagliare le gambe ai giallorossi. Ci ha pensato il difensore Agatino Chiavaro, uno dei più positivi di questo inizio di stagione e sicuramente calciatore di categoria superiore, a riequilibrare l’incontro: «Ci avevo provato già la settimana scorsa, stavolta mi è andata bene – ha dichiarato -. L’Agropoli ci ha sorpreso ma in svantaggio non abbiamo mai mollato. Nel secondo tempo, nonostante la situazione di parità, abbiamo sofferto perché volevamo vincere ma eravamo un poco stanchi». C’è chi dice che vincere le partite in questo modo possa essere un segnale per un’annata positiva: «Conquistare sei punti in questo modo non è un caso – ha aggiunto Chiavaro -. Ancora dobbiamo lavorare tanto, stiamo cercando di costruire un buon gruppo e i risultati sicuramente aiutano». E in attesa del rientro di Ignoffo, il Messina si coccola il duo Chiavaro-Cucinotta.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Marco Olivieri direttore responsabile
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007