Sicilia Futura: "Cambio di passo? No all'intergruppo, sì ad una cabina di regia" - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Sicilia Futura: “Cambio di passo? No all’intergruppo, sì ad una cabina di regia”

Francesca Stornante

Sicilia Futura: “Cambio di passo? No all’intergruppo, sì ad una cabina di regia”

mercoledì 08 Gennaio 2020 - 18:16
Sicilia Futura: “Cambio di passo? No all’intergruppo, sì ad una cabina di regia”

I consiglieri Piero La Tona, Dari Rotolo e Nino Interdonato mettono nero su bianco la loro risposta alla nuova "sfida" lanciata dal sindaco. E aprono al dialogo

Il dibattito politico si sta infiammando sempre più, mentre ormai manca poco alla scadenza del tempo concesso dal sindaco Cateno De Luca sulla nuova strategia del “cambio passo”. Entro domani i consiglieri comunali dovranno rispondere alla lunga lettera con cui De Luca ha messo in campo l’idea di un intergruppo consiliare e tutta una serie di proposte per impostare una nuova azione politica soprattutto in chiave SalvaMessina.

Il gruppo di Beppe Picciolo

I toni sono stati molto forti in questi giorni. Si sono consumante le prime fratture politiche. Ma le risposte per il sindaco De Luca continuano a fioccare. In un lungo documento, Sicilia Futura analizza i punti messi nero su bianco da De Luca. Il gruppo rappresentato in aula da Piero La Tona, Nino Interdonato e Daria Rotolo analizza, propone e rilancia. Chiedono al sindaco di vagliare le controproposte fatte, gli concedono un termine per rispondere, come lui ha fatto con loro. Spiegano qual è la loro posizione di fronte a questa “chiamata alle armi”.

Intanto il gruppo vuole rispondere alle ne generiche accuse che il Sindaco ha continuato a rivolgere al Consiglio Comunale. «Per quanto ci riguarda noi non abbiamo mai fatto presenza per il “gettone” né in Commissione né in Consiglio. Mai abbiamo abbandonato l’aula, se non raramente per motivi di forza maggiore. Mai , se non rarissime volte, ci siamo astenuti. Abbiamo sempre partecipato costruttivamente alle discussioni, votando atto per atto, secondo “scienza e coscienza”, nel rispetto della nostra dignità politica, del mandato ricevuto, del lavoro svolto dall’amministrazione, quando ha presentato in aula provvedimenti e atti degni di attenzione.

No all’intergruppo

Proprio per questi motivi, però, oggi non possiamo accettare di essere chiamati singolarmente a valutare ed accettare la piattaforma programmatica presentata dal Sindaco che, a nostro modo di vedere, rappresenta la classica crisi ciclica semestrale. La proposta dell’intergruppo è totalmente fuori da ogni logica politica al punto da essere totalmente irricevibile. Primo, perché essa rappresenta la sua visione di città che non può essere condivisa fideisticamente, ma semmai riscritta e condivisa insieme. Secondo perché il nostro percorso ed il nostro modo di agire è stato e continuerà ad essere azione di gruppo e non individuale».

Le domande per De Luca

Sicilia Futura mette in fila una serie di domande per il sindaco. Domande necessarie per comprendere meglio quale posizione intraprendere nel percorso futuro.

Il cosiddetto “cambio di passo” vale solo per il Consiglio Comunale o anche e soprattutto per la Giunta? (cioè anche per gli Assessori, soprattutto in quei settori dove l’azione amministrativa è stata praticamente assente); 

Il confronto deve continuare ad essere unilaterale oppure può diventare frutto di un ragionamento concordato e condiviso? 

Presume il Sindaco di essere l’unico depositario degli interessi della Città o è disposto a confrontarsi realmente – e non solo formalmente per come ha fatto finora – con chi come lui la rappresenta con dignità e amore?

Quale tipo di prospettiva politica pensa possa avere un partito o un gruppo politico che oggi si piegasse a questa logica di governo del “pensiero unico” e poi domani volesse, legittimamente, far valere le proprie specificità?

In base a queste osservazioni e in base a quelle che saranno le risposte del sindaco, i consiglieri di Sicilia Futura sono pronti a confermare la “lealtà e il senso di responsabilità che ha contraddistinto l’azione amministrativa del nostro Gruppo in questi 18 mesi”.

Lealtà e responsabilità

«Noi con lealtà e senso di responsabilità, indipendentemente dai proclami e dalle estemporanee esternazioni, guardando all’azione amministrativa della Giunta, abbiamo voluto analizzare e rispondere analiticamente alle scelte ed iniziative proposte, in particolare a quelle che abbiamo ritenuto positive e proficue per il rilancio della città. Senza pregiudizi, senza steccati, ma con lo spirito critico necessario a svolgere l’opportuna azione di indirizzo e controllo che ci è stata affidata dagli elettori».

In attesa di ricevere risposte “convincenti”, i consiglieri La Tona, Interdonato e Rotolo, danno al sindaco la possibilità di rispondere alle loro considerazioni e proposte operative e programmatiche per il 2020. De Luca potrà farlo fino alle ore 10 del prossimo 14 gennaio.


Articoli correlati

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x