Teatro, Ministeri chiede un ulteriore sforzo alla Regione - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Teatro, Ministeri chiede un ulteriore sforzo alla Regione

Redazione

Teatro, Ministeri chiede un ulteriore sforzo alla Regione

martedì 02 Giugno 2020 - 08:30
Teatro, Ministeri chiede un ulteriore sforzo alla Regione

Giuseppe Ministeri, storico operatore teatrale, oggi membro del CdA del Vittorio Emanuele, fa il punto della situazione in merito delle iniziative della Regione rivolte al settore teatro

Giuseppe Ministeri, storico operatore teatrale, oggi membro del CdA del Vittorio Emanuele, fa il punto della situazione in merito delle iniziative della Regione rivolte al settore teatro.

Ho apprezzato l’iniziativa a sostegno delle strutture teatrali del Presidente Musumeci, partita un po ‘ in sordina e divenuta poi un imponente programma di investimenti per la riapertura, l’adeguamento delle sale teatrali di cui la nostra Sicilia è ricca e che da decenni ormai stentano, sempre che – come in molti casi – non siano chiuse”.

“Una iniziativa senza precedenti che ha mobilitato le amministrazioni comunali, i tanti soggetti privati gestori ma anche tutto il comparto fatto di compagnie, artisti, soggetti produttivi, creando un rinnovato entusiasmo accompagnato da una voglia fare rete”.

Le criticità

Ma, come spesso purtroppo avviene, i nodi stanno venendo al pettine e rischiano di far naufragare questa pur ammirevole iniziativa. Innanzitutto i beneficiari del finanziamento hanno potuto amaramente riscontrare una criticità che, se non verrà prontamente risolta, rischia di compromettere l’intera iniziativa: mi riferisco alle modalità di rendicontazione, che non prevedono alcuna forma di anticipazione e richiedono che i beneficiari anticipino le spese con stati di avanzamento di almeno 50.000 euro. E’ chiaro che, in una situazione di crisi come quella attuale, nessun gestore privato, ma probabilmente neanche tanti comuni potranno far partire i lavori“.

Il possibile paradosso

“D’altronde non basta sostenere la ristrutturazione dei teatri per rilanciare lo spettacolo e la cultura. In un contesto come quello siciliano, già prima del COVID, i teatri restavano chiusi, non tanto e non solo perché bisognosi di ristrutturazioni e ammodernamento, quanto per l’impossibilità di far fronte ai costi di gestione. Sarebbe paradossale a fine emergenza se avessimo un centinaio di teatri recuperati che però resterebbero chiusi“.

Stimolare e supportare l’attività artistica

“Per questo, accanto ai pur provvidenziali interventi di sostegno agli organismi produttivi colpiti dalla pandemia, occorrerà pensare presto ad interventi che stimolino e supportino l’attività artistica, e non solo che indennizzino per quanto non si è potuto fare. In questo senso penso si possa agire sui contributi alla attività di circuitazione, magari però ribaltando il meccanismo e concedendo contributi ai gestori delle sale per l’acquisto di spettacoli di compagnie e artisti siciliani, così da stimolare una presenza ed una attività sul territorio”.

Articoli correlati

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007