Operazione Riciclo: libero anche il senatore Piccioni. Ai domiciliari Innocenti - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Operazione Riciclo: libero anche il senatore Piccioni. Ai domiciliari Innocenti

Alessandra Serio

Operazione Riciclo: libero anche il senatore Piccioni. Ai domiciliari Innocenti

giovedì 01 Ottobre 2015 - 22:02
Operazione Riciclo: libero anche il senatore Piccioni. Ai domiciliari Innocenti

Il Tribunale del Riesame di Messina ha concesso i domiciliari al manager, come già aveva fatto circa una settimana fa col sindaco Giuseppe Bucolo. Revocati i domiciliari per il senatore Piccione.

Torna a casa Pino Innocenti, l'ex ad di TirrenoAmbiente arrestato dalla Guardia di Finanza nell'inchiesta sui rapporti tra la società e il Comune di Mazzarrà Sant'Andrea. Il Tribunale del Riesame di Messina ha concesso i domiciliari al manager, come già aveva fatto circa una settimana fa col sindaco Giuseppe Bucolo. Il Collegio della Libertà aveva inoltre disposto la revoca dei domiciliari che il Giudice per l'indagine preliminare di Barcellona, Danilo Maffa, aveva disposto per l'altro ad di TirrenoAmbiente, Giuseppe Antonioli.

Il vaglio del Riesame, quindi, sembra ridimensionare il castello accusatorio della Procura di Barcellona, almeno sotto il punto di vista delle esigenze cautelari. Per Antonioli il Riesame ha anche annullato il provvedimento di sequestro, dopo aver "cassato" le principali accuse contestate, peculato e corruzione.

Il terremoto politico che ha azzerato i vertici della società mista che gestisce la discarica del messinese è dello scorso 9 settembre e ha colpito anche il senatore Lorenzo Piccioni, presidente dalla fine dello scorso anno, cognato di Antonioli, andato come lui ai domiciliari. In serata ieri il Riesame ha depositato la decisione anche per lui, rimettendolo in libertà.

Il cuore dell'inchiesta, ancora in corso, riguarda la gestione dei fondi della società, i pagamenti effettuati verso vari soggetti e in particolare quelli che sarebbero arrivati al sindaco di Mazzarrà, poi i fondi "recuperati" alla società attraverso il mancato pagamento dell'equo indennizzo al comune su cui insiste il sito di stoccaggio dei rifiuti.

(Alessandra Serio)

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007