Torre Faro: otto criticità segnalate da un cittadino. “E’ una vergogna” - Tempostretto

Torre Faro: otto criticità segnalate da un cittadino. “E’ una vergogna”

Redazione

Torre Faro: otto criticità segnalate da un cittadino. “E’ una vergogna”

sabato 15 Giugno 2019 - 07:30

Riceviamo e pubblichiamo la lettera di un nostro lettore, amareggiato per lo stato in cui versa il borgo marinaro e più in generale la città

Mi chiedo se le segnalazioni che arrivano tramite whatsapp o gli articoli Sul giornale on line “Tempostretto”, di cui sono lettore, vengono lette da Sindaco, Amministratori, Vigili, Prefetto, “Magistrati’. A che servono altrimenti le segnalazioni se chi legge e può fare si astiene dall’agire?

Qualcuno ipotizza che le strade cosi ridotte siano un attentato alla sicurezza. Vedi anche autostrade: pessime le condizioni, sia del manto stradale che della visibilità in galleria.

Non voglio offendere, ma è una Città di incivili, non tutti naturalmente, dove ognuno mette le propria auto dove vuole, dove gli fa comodo, in seconda fila, in terza fila, perpendicolare al marciapiede, tanto i vigili non esistono nella nostra città. E’ una città piena di buche, ma che dico, in realtà sono dei dissuasori.

Messina è tra le ultime come vivibilità, soddisfazione od altro.

Torre Faro dovrebbe essere in parte migliore della città, “il saltino o giardino”; e invece no, è la parte piò trascurata e abbandonata.

Ho sentito che il Sindaco vorrebbe ottenere la Bandiera Blu, bene, ma è non una priorità per una località come Torre Faro.

1. Le strade sono piene di buche, la via Nuova, anzi “Viale” Cariddi, certo viale cioè strada alberata lungo tutto li decorso, ampia, presenza dì marciapiedi, ben curata, arredo urbano, ottimo e in perfetto stato il manto stradale. In particolare le due strade, quella su menzionata e la via Torre hanno una pavimentazione a basolato ormai tutte divelto e sono dissestate, con implicazione sulla sicurezza stradale e delle nostre auto e moto. Da poco sembra si corra ai ripari “tappando” qualche buca in modo “rozzo”

2. I marciapiedi sono inutilizzabili dai normodotati e dai diversamente abili, sono pieni di erbacce e in pessime condizioni

3. Le pozzanghere: tutte le volte che piove si formano vaste pozzanghere e sempre negli stessi luoghi, via Sen. Arena, zona Due Torri, nei pressi del bar Fanalino. Ad ogni pioggia si ripete la stessa situazione, ma non si fa nulla, naturalmente.

4. La viabilità: capisco che II messinese vuole arrivare sulla spiaggia con le due ruote o con l‘auto, ma cerchiamo di camminare dì più a piedi. E’ opportuno Istituire a Torre Faro zona pedonale, con individuazione di arce di sosta prima di entrare ih paese e offrire un buon servizio dì navetta. L’area delle Torri Morandi sono una eccellente zona per il parcheggio ma è necessario che il deflusso delle auto avvenga sulla via Sen, Arena non sulla via Pozzo Giudeo e poi Via Lanterna. Il transito delle auto deve essere riservato solo ai rendenti anche temporanei e alle due ruote. A proposito di navetta e servizio pubblico, non riesco a capire perché il capolinea non sia situato in zona adiacente all’Horcynus Orca invece che di fronte al bar “La Lumachina, dove di fatto c’è un solo senso di marcia alternata in quanto davanti al bar sostano iin doppia fila perpendicolarmente al marciapiede, Anche se quaicuno si lamenta perché deva fare tutto il giro del paese, è comunque auspicabile il senso unico in tutte le vie per una migliore fluidità,

5. Arredo urbano e pulizia: inesistente. L’arredo urbano e pulizia vanno di pari passo, le strade sono sporche e i marciapiedi pieni di sterpaglie e spazzatura, quindi non fruibili. Sono anche occupali dalle auto. Un soggetto diversamente abile come fa? Non ci sono villette curate, non aiuole, non fiori, proprio nulla.

6. Spazzatura: bene la raccolta porta a porta per le persone civili, ma molti preferiscono abbandonare i rifiuti. Per questi incivili sono necessarie multe salate, ma i vigili non esistono. Che non ai giustifichino dicendo che qualche volta fanno una multa o un blitz o con la loro fiuto sostano e multano le auto che superano il limite di velocità di 10km/h.

7. Degrado: E’ una località in pieno degrado, abbandonato dalle istituzioni c dai cittadini. Nessuno fa nulla, disinteresse totale e permanente

8. Il pilone: potrebbe essere una risorsa e un’attrazione per locali e turisti, con visite guidate e ristorazione, vedi l’Eiffel, invece è in totale abbandono, e potrebbe ripetersi un “Genova bis”. ,

Una considerazione: la risposta potrebbe essere che non ci sono soldi, ma se i vigili stessero in giro a fare multe agli incivili in maniera costante invece gli incassi potrebbero essere interessanti ed utilizzati per rifacimento strade, marciapiedi, arredo, altro. Inoltre, la sistemazione di video sorveglianza può tornare utile.

Perché non impegnarci a fare risalire Messina nella classifica della vivibilità e soddisfazione del cittadini?

Fate qualcosa, facciamo qualcosa per la nostra città e per Torre Faro.

Ci vorrebbe non una foto bensì un servizio fotografico per far vedere in che stato è ridotta questa località metro per metro.

E’ UNA VERGOGNA. I cittadini, quelli incivili, e le istituzioni dovrebbero vergognarsi.

Grazie, un lettore

Tag:

5 commenti

  1. A Faro è peggio di questa descrizione.
    Ma la cosa peggiore è che chi deve controllare se la prende con gli abitanti che sono i più penalizzati.
    Chiudete le strade
    Invece di aprirle.
    Ovunque vado anche a Roccacannucia ci sono aree pedonali curate.
    E non vi dico in Andalusia, la Spagna più vicina all’Africa com’è é curata, dove i nostri giovani vanno a vivere preferendola.
    Al pilone gli “architetti” hanno piantate sterpaglie o finte dune coprendo il bellissimo panorama, invece di creare una piazza.

    Una lettrice delusa ma sempre speranzosa

    6
    0
  2. Pienamente d’accordo con chi ha denunciato tutto questo.
    Messina è incivile per….. nascita!!!
    I ragazzi sono le persone più incivili. Lasciano sulle spiagge qualsiasi cosa: dalle bottigliette dell’acqua a quelle della birra. Certo anche l’Amministrazione Comunale ha le sue colpe!!!! La strada cosiddetta Nuova Panoramica dallo svincolo di Sperone allo svincolo di Granatari è impercorribile alle moto ed alle bici…… perchè dire dissestata è un eufemismo. Dovrebbe essere vietata anche alle auto!!!! Comunque appena posso andrò via da questa zozza città. Mi sono arreso. Buona fortuna a voi che rimanete.
    Mia figlia vive in Spagna e ultimamente sono stato a Siviglia, Cordoba e Granata. Tutto un altro mondo!!!!

    0
    0
  3. E’ tutto vero! La pulizia delle spiagge è affidata soltanto ai volontari e alla Pro Loco.
    Il pilone è un’ottima risorsa: bisognerebbe sistemarlo, magari con i fondi europei, e far pagare il biglietto per salirci! Quelle dune si devono eliminare: sono solo inutili, portano sporcizia e tolgono la vista del bel panorama!
    Volontà! volontà!

    0
    0
  4. Per quanto concerne il pilone ,questo é in stato di abbandono da quasi trent’anni,é facile pensare che una così prolungata esposizione alla salsedine, al vento ,alla pioggia ,al sole ecc.abbia minato il metallo, la torre Eiffel viene completatamente riverniciata in 6 anni,e poi si ricomincia. Temo che dopo attento esame debba essere demolito per ls pubblica incolumità, purtroppo. Fara’la fine del traghetto Cariddi.

    0
    0
  5. Gabriella Bellere 16 Giugno 2019 18:40

    Sono perfettamente d’accordo su tutto.
    Difficile immaginare tutto questo condensato d’inciviltà e negligenza, ma a Messina ed in specie a Torre Faro: ESISTE

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Marco Olivieri direttore responsabile
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007