"Una task force di ispettori a Messina per fare chiarezza sulla morte di Olga" - Tempostretto

“Una task force di ispettori a Messina per fare chiarezza sulla morte di Olga”

Redazione

“Una task force di ispettori a Messina per fare chiarezza sulla morte di Olga”

sabato 13 Novembre 2021 - 14:56

La richiesta dei parlamentari messinesi al ministro supera i confini ideologici: "Si faccia luce al più presto sulle modalità di soccorso" e su presunti ritardi

MESSINA – “I deputati messinesi chiedono una task force di ispettori per fare chiarezza sul decesso a Messina della quarantaseienne Olga Cancellieri”, avvocatessa morta mercoledì scorso a causa di un incidente stradale. “Una tragedia – dicono in una nota Nino Germanà (Lega), Pietro Navarra (Pd), Carmela Bucalo (Fdi), Francesco D’Uva (M5s), Matilde Siracusano (Fi) e Maria Flavia Timbro (Leu) – che supera confini ideologici e di partito, per cui tutti uniti chiediamo che sia fatta chiarezza al più presto sulle modalità di soccorso”.

“E’ fondamentale verificare la sussistenza di eventuali ritardi, difetti organizzativi e disfunzioni nella gestione del servizio di emergenza-urgenza che spesso ci vengono segnalate sia in città che in provincia. Sul caso, che ha acceso l’interesse della Procura, deve essere fatta presto luce – aggiungono – e per questo chiediamo al ministro Speranza che siano inviati gli ispettori. I cittadini hanno bisogno di sapere che possono contare su un servizio sanitario all’altezza di uno Stato civile. I deputati messinesi, tutti insieme, si stringono intorno alla famiglia della signora Cancellieri”.

2 commenti

  1. Dopo la tragica fine di una figlia della Citta’ di Messina la societa’ civile, la deputazione e la gente comune si interrogano e chiedono verita’ che bene conoscono e fanno finta di non sapere!!
    1)Chiamate al 118 dei cittadini con pretesa del medico quando il problema puo’ essere risolto dal medico di famiglia
    2)Ambulanze che stazionano piu’ del dovuto nei P.S. per la resistenza dei sanitari ospedalieri o per chiusure interminabili per sanificazioni dei locali.
    3) TSO da effettuare che distolgono ambulanze con medico per ore.
    Queste sono alcune verità che tutti conoscono e fanno finta di non sapere.

    36
    9
  2. La deputazione che tanta visibilità vuole, perché non pensa al potenziamento di un servizio, precario a Messina come in tutta Italia e spesso vittima di tagli in nome delle leggi di bilancio? Aggiungo: la voce la trovano solo oggi perché muore una persona dal valore e spessore indiscutibile? Solo oggi si accorgono che i messinesi (ma accade lo stesso a Roma, a Napoli e in tutti i centri italiani, vittima dei colpi di scure dal 2012 in poi) si lamentano di ritardi e disservizi che il personale del 118 cerca di mitigare con la sua abnegazione al servizio? Per problemi non certamente banali (ictus) spesso ho fatto richiesta di soccorso ed il servizio è stato quasi sempre ineccepibile per tempistica e qualità, salvo quelle eccezioni ove venivo avvisato dell’assenza di ambulanze causa sovraccarico del servizio. Pensateci prima cari politici, non dopo e solo quando si può avere visibilità… Messina conta oltre 200 mila abitanti, poche vie di transito veloci e poche ambulanze in relazione all’estensione territoriale, per non parlare dei 3 soli presidi sanitari e troppo distanti tra di loro. E non è un problema del solo 118, vorrei fare notare che il problema delle carenze di organico e mezzi è diffuso anche per i Vigili del Fuoco, come della Polizia di Stato (o ci siamo dimenticati delle tante polemiche del recente passato?!). Avete la memoria corta!

    3
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007