Sulle colline messinesi si torna a seminare il grano VIDEO - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Sulle colline messinesi si torna a seminare il grano VIDEO

Matteo Arrigo

Sulle colline messinesi si torna a seminare il grano VIDEO

sabato 08 Gennaio 2022 - 07:00

Nei terrazzamenti affacciati sullo stretto, Antonino Crupi semina il suo grano duro esattamente come si faceva una volta

Un terreno sulle colline della zona sud abbandonato per oltre sessant’anni, Antonino Crupi, di professione agricoltore, ha deciso con fatica e quasi in maniera eroica di rimetterlo a dimora. Nei terrazzamenti affacciati sullo stretto, semina il suo grano duro e tenero, esattamente come si faceva una volta. Quest’anno, per la prima volta ha scelto di seminare la “cuccitta”, una varietà di grano siciliano ormai non più usato da un decennio. In Sicilia i grani antichi teneri presenti sono solamente quattro: maiorca, maiorcone, romano e appunto la cuccitta. L’importanza di tornare a coltivare grani autoctoni è enorme, la riscoperta dei grani antichi siciliani permette di dare valenza ad un territorio abbandonato, e garantisce un’esclusività sul mercato.

Tag:

8 commenti

  1. bonanno giuseppe 8 Gennaio 2022 09:04

    e dai che bello…… ora ci manca chi De Luca e la sua giunta e soci …vannu a cogghiri alivi….

    0
    13
  2. Quando vedo queste cose non so perchè ma mi commuovo! La nostra terra, i nostri monti, le nostre vigne, mi riportano indietro nel tempo e mi fanno ricordare quando noi ragazzini della Via Quod Quaeris avevamo un rapporto particolare con la campagna. Andavamo sempre nella pinetina dietro la chiesa di Pompei a trascorre spensierati le giornate e risalivamo la campagna fino alla Madonna di Trapani. L’iniziativa di riportare il grano e le colture più antiche nelle nostre campagne è lodevole e non potrà che valorizzare il territorio collinare che è stato purtroppo deturpato in tutti questi anni dall’abusivismo edilizio. Io abitavo in Via Cappellini nei pressi dell’Ignatianum e ricordo benissimo che alle spalle della circonvallazione era tutta campagna con alberi di arancio e mandarino e con piantagioni di fave. Noi ragazzi andavamo a giocare alla Villa Marullo, tra gli odori penetranti dei mandarini e il gelsomino che profumava l’aria e rinfrancava l’anima. Questa era la Messina fine anni 50 inizio anni 60. Una meraviglia! Un plauso a quel ragazzo che torna a coltivare la terra e un saluto a tutti voi con Messina nel cuore. Messina quella di una volta, non quella di oggi rovinata e deturpata da personaggi indegni che non hanno mai amato la città. Un caro saluto a tutti dalla Toscana.

    35
    0
    1. Bellissimo commento 👏👏👏👏👏👏👏👏e cari saluti anche a te concittadino che dalla Toscana 🤩ci saluti👋

      4
      1
  3. Orgoglioso di voi!!!Ridate vita alle tradizioni e valenza economica al nostro territorio.

    15
    0
  4. 👏👏👏👏👏👏👏👏👏👏👏👏👏👏👏👏a questo giovane agricoltore…. BRAVISSIMO anche nella spiegazione del suo LAVORO 🤩….👏👏👏👏👏👏👏👏👏👏👏👏👏👏👋 anche a Matteo Arrigo per il bellissimo VIDEO 🤩e a TEMPOSTRETTO che ci porta a vedere le antiche tradizioni riscoperte in questo caso con la coltivazione del grano a MESSINA…..mi raccomando TEMPOSTRETTO, rimanda Matteo Arrigo a farci VEDERE 🤩 poi il risultato della mietitura della CUCCITTA🤩

    18
    1
  5. Che bella notizia!! Complimenti al coraggio e alla tenacia di questo signore. È una bella cosa, che avra’ anche uno sbocco economico. Auguro ogni successo e spero che altri seguano l’esempio. Spero presto di vedere le foto del grano tenero e verde, e lo sfondo dello Stretto on line.

    5
    0
  6. Lodevole iniziativa..il Comune e la Provincia dovrebbero sostenere economicamente il recupero degli antichi terrazzamenti..si creerebbe occupazione…manutenzione del territorio e produzione di prodotti tipici….

    5
    0
  7. complimenti .

    3
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007