Calcio, serie C. Il Messina spreca un vantaggio triplo, la Paganese fa 4-4 al 95' - Tempostretto

Calcio, serie C. Il Messina spreca un vantaggio triplo, la Paganese fa 4-4 al 95′

Simone Milioti

Calcio, serie C. Il Messina spreca un vantaggio triplo, la Paganese fa 4-4 al 95′

sabato 28 Agosto 2021 - 19:43

Dal 4-1 al 4-4, l'Acr Messina fa sognare i propri tifosi ma spreca tutto nell'ultima mezz'ora. Il gol del pareggio di Castaldo arriva a 10" dal fischio finale

MESSINA – Inizia con tantissime emozioni il campionato dell’Acr Messina che in trasferta a Pagani assapora i 3 punti prima di venire ripresa in pieno recupero, a pochi secondi dalla fine, sul 4-4.

Undici iniziale che era quasi identico a quello della prima stagionale in Coppa Italia C, unica differenza al centro della difesa con Celic, ultimo arrivato in casa biancoscudata, che inizialmente sostituisce Fantoni al fianco del capitano Carillo.

La partita è stata emozionante con otto gol totali e le squadre che si sono affrontate a viso aperto colpendo spesso in ripartenza, ma giocando anche un buon calcio. Da rivedere sicuramente qualcosa in fase difensiva dove l’Acr Messina ha subito su situazioni da fermo e mischie in area. Lewandowski in particolare è sembrato insicuro in alcune circostanze, mentre insuperabile in altre, come quando ha parato il rigore sull’1-1. Alla fine arriva solo un punto, nonostante l’ottima prestazione il fattore campo nel finale ha sicuramente influito e forse anche la panchina ancora corta dei biancoscudati.

L’Acr Messina inizia il proprio campionato giocando una partita in cui ha dimostrato voglia di ben figurare tra i professionisti e a tratti ha mostrato altissimi picchi di bel gioco. Bisognerà sicuramente sistemare qualcosa in fase difensiva e nel gestire la gara, a mezz’ora dalla fine il vantaggio era di tre reti che sono state pareggiate nel recupero.

Primo tempo

Inizia bene l’Acr Messina che arriva al tiro con Simonetti, un buon inizio della squadra di Sullo certificata dalla rete che sblocca la partita all’11’. L’azione parte dalla difesa con palla a Damian che inventa un bellissimo lancio per Russo che in area stoppa, dribbla il difensore e poi batte Baiocco.

Arriva la reazione della Paganese, i padroni di casa si fanno vedere vicino l’area avversaria, al 26′ pareggiano con Castaldo che, dopo aver triangolato con un compagno, può battere Lewandowski con un preciso diagonale. Il Messina soffre e il portiere biancoscudato non appare sicurissimo in uscita, per due volte viene salvato dai compagni ma alla terza il pallone, non rinviato bene, resta al limite dell’area e il tiro avversario viene deviato da Fofana con il braccio dentro l’area.

Giallo per il biancoscudato e rigore per la Paganese. Al 30′ sul dischetto si presenta Diop, ma Lewandowski pare il rigore e si fa perdonare. La partita prosegue e ad avere l’occasione dal dischetto al 43′ è l’Acr Messina. L’arbitro punisce una trattenuta piuttosto vistosa di Murolo sul capitano Carillo. Da dischetto Balde non sbaglia, spiazza Baiocco e porta di nuovo in vantaggio l’Acr Messina. Nel finale di tempo l’arbitro non concede recupero, anche se il quarto uomo aveva la lavagnetta in mano pronto a segnalare, protestano i padroni di casa ma la prima frazione di gioco si conclude così.

Secondo tempo

Pronti via Diop sfiora il palo alla sinistra di Lewandowski, ma l’Acr Messina trova il terzo gol che arriva su situazione di calcio da fermo. Punizione dal vertice destro dell’area della Paganese al 50′, Russo pennella una gran palla sul secondo palo sulla testa di Morelli che, dimenticato dalla difesa, battezza in rete col portiere Baiocco che esce a vuoto.

Sogna il Messina quando Simonetti cala il poker, una buona azione costruita sulla sinistra, Balde vince un contrasto e serve un pallone a centro area, l’esterno biancoscudato è il più lesto ad avventarsi sul pallone e scaricarlo in rete. Ancora reazione della Paganese che si riversa tutta in attacco quando manca poco meno di mezz’ora, al 66′ riaccorciano le distanze con il gol di Murolo. Intanto mister Sullo opera i campi per permettere ai suoi di rifiatare.

Soffre l’Acr Messina che viene schiacciato nella propria metà campo da una rabbiosa Paganese che ci crede ancora. Fanno buona guarda gli uomini di Sullo, che si prendono i loro rischi, ma fortunatamente i padroni di casa non riescono a costruire per quasi venti minuti nessuna occasione nitida. Ma quando manca ormai poco alla fine dei novanta minuti la Paganese trova il terzo gol della propria partita: calcio di punizione sulla trequarti e Piovaccari, subentrato dalla panchina, indirizza di testa battendo per la terza volta Lewandoswki all’89’.

Cinque minuti di recupero concessi dall’arbitro Bordin e la Paganese che si riversa ancora più furiosamente in attacco. I biancoscudati reggono quasi fino al fischio finale, ma a 10 secondi dalla fine, ancora un mischia in area, Lewandowski compie un miracolo ma sul pallone da lui respinto si avventa per primo Castaldo che fa esplodere lo stadio Torre fissando il punteggio della sfida sul quattro pari finale.

Tabellino: Paganese – Acr Messina 4-4

Paganese: Baiocco, Sbampato, Murolo, Schiavino, Vitiello, Castaldo, Diop, Perlingieri, Manarelli, Zanini, Cretella.

A disposizione: Pellecchia, Caruso, Capasso, Piovaccari, Carotenuto, Tissone, Volpicelli, Fois, Sussi, Schiavi, Guadagni, Zito. Allenatore: Raffaele Di Napoli.

Acr Messina (4-4-2): Lewandowski; Morelli, Celic (dal 64′ Gonçalves), Carillo (dal 61′ Fantoni), Sarzi Puttini; Russo (dal 71′ Matese), Fofana (dal 46′ Konate), Damian, Simonetti; Balde, Adorante.

A disposizione: Fusco, Distefano, Busatto. Allenatore: Salvatore Sullo.

Reti: Russo 11′ (M), Castaldo 26′ e 90+5′ (P), Balde 43′ (M) rigore, Morelli 50′ (M), Simonetti 63′ (M), Murolo 66′ (P), Piovaccari 89′ (P).

Ammoniti: Diop 15′ (P), Fofana 30′ (M), Vitiello 37′ (P), Balde 37′ (M), Murolo 42′ (P), Adorante 56′ (M), Matese 74′ (M), Piovaccari 86′ (P).
Recupero: 0′ + 5′.

Arbitro: Andrea Bordin di Bassano del Grappa.
Assistenti: Castro e Giuggioli. Quarto uomo: Zamagni.

Articoli correlati

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007