De Luca torna in piazza: “Le lobby contro la mia rivoluzione copernicana" - Tempo Stretto

De Luca torna in piazza: “Le lobby contro la mia rivoluzione copernicana”

DLT

De Luca torna in piazza: “Le lobby contro la mia rivoluzione copernicana”

DLT |
domenica 21 Ottobre 2018 - 05:15
De Luca torna in piazza: “Le lobby contro la mia rivoluzione copernicana”

Con un post sulla sua pagina Facebook, il sindaco dà appuntamento Ai cittadini alle 18 in Piazza Unione Europea

MESSINA. Cateno De Luca è pronto a tornare in piazza a parlare con i cittadini. Il comizio annullato la scorsa settimana causa maltempo si svolgerà oggi, alle 18, a piazza Unione europea. Contrariamente a quanto sarebbe avvenuto 7 giorni fa, questa domenica il sindaco si presenterà davanti ai messinesi con il pacchetto “Salva Messina” approvato dal Consiglio comunale (VEDI QUI E QUI). Eppure, dimissionario era la scorsa domenica, dimissionario (anche se informalmente) resta oggi (VEDI QUI).

Con un post su Facebook il primo cittadino ricorda l’appuntamento in piazza e torna a ribadire che se al Comune di Messina non si creassero le condizioni per scongiurare il default lui lascerà lo scranno più alto di Palazzo Zanca. E nel frattempo mette in cassaforte la sua poltrona all’Ars, rinviando le sue dimissioni da deputato regionale (VEDI QUI) , che lui stesso aveva annunciato lunedì sera a chiusura della seduta fiume del Consiglio comunale (VEDI QUI).

Ecco cosa scrive sul social network il sindaco De Luca.

Non sarò io a dichiarare il dissesto del comune di Messina! Non sarò io ad amministrare Messina con bilanci falsi che occultano la situazione debitoria! Non sarò io a gestire il destino dei messinesi in assenza dei più elementari presupposti che possano garantire sicurezza – vivibilità e sviluppo!”

Ho già detto più volte in consiglio comunale, in occasione del lungo dibattito sul “Salva Messina” – continua De Luca – che non sarei mai passato alla storia per aver dichiarato il fallimento del comune di Messina: il “Salva Messina” con i tutti i provvedimenti previsti ha proprio questa funzione”.

Se non si ottengono almeno 10 milioni di euro annuali di nuove entrate (lotta all’evasione) ed almeno 10 milioni di euro di risparmi annuali sull’attuale bilancio comunale e non si tagliano gli sprechi nelle partecipate non c’è alcuna prospettiva di avere una città normale che possa rialzarsi dal fango nel quale annaspa”.

Di questo parleremo nel nostro comizio di piazza municipio (piazza Unione Europea) alle ore 18:00 con il supporto di immagini documentali. Non mi interessa amministrare debiti e non mi interessa amministrare le partenze dei nostri giovani verso terre più fortunate”.

"Chiedo alla città di reagire e di far sentire la propria voce per fermare le lobby che si sono già messe in movimento per fermare questa rivoluzione copernicana”.

Tag:

5 commenti

  1. L’ho già detto, De Luca considera Messina un trampolino ed un palcoscenico personale. Se un sindaco si trova nella condizioni di dovere dichiarare bancarotta lo fa e basta, non si preoccupa dell’ immagine di lui che resterebbe nella testa degli elettori. Io lo trovo un atto di egoismo e di opportunismo enorme. Parla di comunità, ma si smarca dalle decisioni politiche più compromettenti, mentre ne prende da amministratore talune (vedi tram) che hanno impatti fortissimi senza alcuna condivisione. È un politico non un amministratore. Per non parlare delle decisioni contestate alla precedente amministrazione e poi riconfermate. Ovviamente senza scrivere di ciò nulle su facebook. I duri e puri non amano essere smentiti. Buon tram volante a tutti

    0
    0
  2. Sig. Sindaco quando parla di lobby dia “anche” un occhiata a chi ha messo a capo delle tanto chiacchierate partecipate. Amici suoi… Questo non è “Lobby”? Secondo me gli si avvicina tanto…. O no?

    0
    0
  3. De Luca da i servizi pubblici alle lobby e fa un comizio contro le lobby.
    De Luca vuole privatizza i servizi, spende tra i 25 e trenta milioni per togliere il tram e rinuncia ad oltre 11 milioni di finanziamento. Chiude l’ATM, privatizza l’acqua, la raccolta dei rifiuti, regalatutti i servizi comunali alle lobby… Mi ricorda la campagna elettorale, attacco a Bramanti (noi per Salvini)accostato a Genovese, che con Bramanti non ha nulla a che vedere, mentre De Luca mi sembra sostenuto al comune da Genovese e da PD renziani. Messina ha bisogno di lavoro, Il signor Sindaco invece di bruciare milioni in regali discutibili alle lobby e per togliere i tram, dia lavoro ai messinesi. Molti messinesi sono creduloni ma brave persone.

    0
    0
  4. Mi fa moriri di risati!! Cioè una persona che si sveglia la mattina e non sa quale piede appoggiare per primo a terra, parla di bilanci debiti lobby. Nei pochi momenti di lucidità sicuramente dirà: malidittu i quannu fu e ora chi fazzu? Pagella Di Luca: voto -4 (salvatore della……città……chi dici?).

    0
    0
  5. Rivoluzione copernicana. E chi sarebbe il sole, lui!!!!! Che ridere gente.

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.

Danila La Torrevice coordinatrice di redazione.

info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007