Le pagelle della sfida tra Football Club Messina e Dattilo - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Le pagelle della sfida tra Football Club Messina e Dattilo

Simone Milioti

Le pagelle della sfida tra Football Club Messina e Dattilo

giovedì 25 Febbraio 2021 - 11:43

I voti della sfida tra Fc Messina e Dattilo. Il migliore è Francesco Lodi, da rivedere Facundo Coria. Il migliore degli ospiti è il portiere Giappone

È tempo di dare i voti dopo la rocambolesca partita che ha visto il Football Club Messina superare il Dattilo per 4 reti a 2 nella seconda giornata di ritorno di Serie D Girone I.

Promosso l’allenatore dell’Fc Messina che tornato da poco sulla panchina giallorossa riesce comunque a portare a casa i punti. Per Massimo Costantino (voto 6,5) buono l’istinto di puntare sui giocatori a disposizione non avendo ancora avuto modo di lavorare con continuità.

Qualche rammarico per Ignazio Chianetta (voto 5,5), allenatore del Dattilo, che prepara e gioca una buona partita e i suoi uomini trovano anche una bella reazione a inizio secondo tempo. Ma le lamentele contro l’arbitraggio di sicuro non gli hanno portato nessun vantaggio in campo.

Le pagelle del Football Club Messina

Marone, voto 5,5. Sul primo gol subito forse ha delle colpe, la punizione non viene toccata da nessuno e il pallone gli rimbalza davanti superandolo e beffandolo. Sul rigore bravo a intuire ma non può arrivarci. Per il resto attento nelle uscite, non commette sbavature.

Aita, voto 6. Solita buona prestazione in fase offensiva, questa volta però si sarebbe dovuto preoccupare anche di difendere. Dalla sua parte l’ex Di Giorgio nel primo tempo arriva spesso sul fondo a crossare.

Marchetti Domenico, voto 7. Guida bene la difesa e quando sale in area avversaria è sempre pericoloso. Sfiora il gol sugli sviluppi di un calcio d’angolo.

Da Silva, voto 6,5. Una buona prestazione del centrale portoghese. Inoltre imposta spesso e volentieri e nel primo tempo prova anche la conclusione dalla distanza. Mezzo voto in meno per essersi fatto provocare ed essersi beccato una evitabile ammonizione.

Ricossa, voto 6 politico. Non si è messo molto in mostra, ma non ha neanche demeritato.

Garetto, voto 6,5. Schierato titolare da mister Costantino ripaga con una prestazione energica, il suo rendimento però cala e si innervosice col passare dei minuti (dal 63’ Marchetti Alessandro, voto 6. Una buona mezz’ora a filtrare palloni a centrocampo ed evitare guai).

Lodi, voto 9. Il migliore in campo senza dubbi, 3 gol e un assist. Due rigori trasformati con freddezza, la pennellata su punizione che sblocca un complicato match e tutte le azioni pericolose che partono dal suo piede come il quarto gol di Caballero. (dal 88′ Fissore, SV. Costantino lo manda in campo nel finale a risultato acquisito a blindare la fase difensiva).

Palma, voto 7. Solita partita di continuità, corsa e inserimento. Sfiora anche il gol inserendosi su una punizione calciata da Lodi. (dal 80′ Giuffrida, SV. Entra nel finale per dare nuova energia alla squadra a risultato ormai acquisito).

Coria, voto 5. Schierato titolare dal Mister si vede che non è ancora in perfette condizioni; inoltre leggermente fuori ruolo essendo più portato a giocare trequartista. Non è totalmente colpa sua bisognerà trovare l’alchimia giusta con i compagni quando sarà possibile allenarsi con continuità (dal 59’ Arena, voto 6. Subentra per dare la scossa in un momento in cui la squadra ha bisogno di reagire. Non è brillante come i giorni migliori)

Caballero, voto 8. Pericoloso in ogni modo, di testa o di piede. Giappone gli nega il gol due volte tra primo e secondo tempo, ma alla fine trova la spizzata vincente sulla punizione battuta verso il centro di Lodi. I suoi cominciano ad essere numeri importanti, un goal ogni 82′ (dal 71’ Piccioni, voto 7. Dà il cambio all’argentino e in dieci minuti scarsi di gioco effettivo si fa notare per due ottimi azioni personali, in entrambe serve un compagno che però non concretizza, arma in più a partita in corso).

Carbonaro, voto 7,5. Corra e lotta per tutti i 97 minuti di gioco. Sfortunato a non trovare il gol ma fondamentale nel procurarsi i due calci di rigore. Sul primo è bravo a spostare la palla, nella seconda occasione bravo nella percussione ma il difensore non poteva certo sparire.

Le pagelle del Dattilo

Per i trapanesi una prestazione monstre di Giappone (voto 7,5) il portiere che tiene i suoi a galla nel primo tempo evitando di indirizzare la partita sin dai primi minuti. Di Giorgio (voto 6,5) è anche autore di una buona partita, sicuramente con tanta voglia di dimostrare qualcosa alla sua ex squadra.

Infine i due autori del gol, voto 7 a entrambi, Calafiore e Terranova che sono i più pericolosi, il primo si vede negato anche il gol da una traversa. Un po’ sottotono il bomber Manfrè (voto 5) che in una giornata comunque difficile per lui riesce a ricevere palla a centro area per due volte ma manca totalmente la porta.

Articoli correlati

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x