Torrente San Michele, "nessun intervento due mesi dopo gli annunci" - Tempo Stretto

Torrente San Michele, “nessun intervento due mesi dopo gli annunci”

Marco Ipsale

Torrente San Michele, “nessun intervento due mesi dopo gli annunci”

lunedì 02 Dicembre 2019 - 15:30
Torrente San Michele, “nessun intervento due mesi dopo gli annunci”

Annunciato e non realizzato il senso unico alternato. Ma la priorità assoluta è la pulizia dei tombini - dice il consigliere comunale Giandomenico La Fauci

MESSINA – Il 3 ottobre il temporale che aveva fatto scattare l’allarme, l’ultimo di una lunga serie. Il torrente San Michele in piena aveva trascinato con sé alcune auto posteggiate all’interno e alcuni residenti erano rimasti isolati.

Due giorni dopo il sindaco Cateno De Luca si era recato in sopralluogo e aveva raccolto il grido disperato da parte degli abitanti della zona.

Per risolvere definitivamente il problema c’è da tempo un progetto da 8 milioni, che nel frattempo è diventato definitivo e prevede la realizzazione di una stradina arginale dall’altro lato del torrente, con la messa in sicurezza dell’intera zona. Ma non è ancora finanziato.

Per questo servono interventi tampone, discussi a Palazzo Zanca già nella riunione dell’8 ottobre e poi definiti dieci giorni dopo, quand’era stato annunciato che, entro un mese, sarebbe stato previsto il senso unico alternato sull’unica strada esistente, in modo da consentire regolare parcheggi e vietare totalmente l’accesso delle auto nel torrente.

E’ trascorso un mese e mezzo ma ancora nessun intervento. “Erano state prese delle decisioni che, a oggi, non sono ancora state messe in atto – dice il consigliere comunale Giandomenico La Fauci -. Gli interventi più urgenti, come la pulizia continua dei tombini, non sono stati effettuati, lasciando il rischio di un nuovo ingrossarsi del torrente in caso di forti piogge. Non serve a nulla effettuare sopralluoghi senza poi intervenire: i cittadini di San Michele attendono gli interventi in tempi brevi. Occorre modificare l’illuminazione della zona, erano state previste delle passerelle per evitare il passaggio sul torrente stesso. Interventi che, forse, hanno bisogno di maggior tempo; quello che non è accettabile resta la mancata pulizia dei tombini e la mancata riparazione delle voragini formatesi sulla strada. Proprio l’assenza dei piccoli interventi trasforma piccoli problemi in grandi emergenze. Attendiamo risposte concrete da parte dell’amministrazione”.

Tag:

Un commento

  1. Siamo alle solite la attivazione Elisa Michele e passata nel dimenticatoio come tutte le amministrazioni che si sono susseguite anche questa sta fregando fatto promesse senza mantenerle questa una direzione e non può più andare avanti bisogna intervenire denunciando tutto ai media facendo venire alla luce questa situazione di illegalità e di assurdo rischio per tutte le migliaia di cittadini che passano ogni giorno dalla stradina Lisa Michele basta bisogna portare una soluzione in maniera urgente prima che succede una tragedia.

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.

Danila La Torrevice coordinatrice di redazione.

info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007