Volata in serie D. L'Acr Messina tira dritto, l'Fc deve guardarsi alle spalle - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Volata in serie D. L’Acr Messina tira dritto, l’Fc deve guardarsi alle spalle

Simone Milioti

Volata in serie D. L’Acr Messina tira dritto, l’Fc deve guardarsi alle spalle

domenica 02 Maggio 2021 - 07:30
Volata in serie D. L’Acr Messina tira dritto, l’Fc deve guardarsi alle spalle

Biancoscudati con 4 punti di vantaggio e favoriti da calendario e prestazioni, l'analisi delle ultime sette giornate del campionato delle messinesi

La prima domenica senza Acr Messina o Football Club in campo mentre la serie D recupera gli incontri non giocati per allineare i tabelloni per lo sprint finale.

Ne approfittiamo per fare un’analisi sulle possibilità delle due squadre della città, analizzando calendario e resa di punti e gol, incrociando i numeri in casa e quelli in trasferta.

La situazione alla 27ª giornata

Alla ripresa del campionato, nel Girone I mancheranno 7 giornate al termine. Sette partite in cui l’Acr Messina, al momento prima in classifica a 59 punti, dovrà difendere il primato che vale la promozione diretta in serie C.

Dietro, grazie al recupero contro il Roccella, anche il calendario del Football Club Messina si è finalmente allineato. I giallorossi, grazie ai tre punti di Roccella, sono tornati a occupare il secondo posto in classifica (54 punti) a 4 punti dai biancoscudati.

Nella volata per il primo posto non va dimenticata certo la Gelbison, terza a 53 punti, che ha ancora la sfida contro l’Fc Messina da giocare. Ma per le due squadre dello Stretto il testa a testa a distanza sarà entusiasmante, considerando che, in caso di arrivo a pari punti, negli scontri diretti regna l’equilibrio.

Favorita l’Acr Messina

Non solo per quel che dice la classifica dove i biancoscudati sono in vantaggio di 4 punti, ma anche per il calendario dove la squadra di Novelli nelle ultime sette giornate non dovrà affrontare nessuna delle prime della classe. Le sfide contro Fc Messina, Acireale e Gelbison nel girone di ritorno sono state archiviate e bene con 7 punti su 9 conquistati.

La squadra del patron Sciotto dovrà giocare 3 partite in casa, a partire dal prossimo turno del 9 maggio contro il Santa Maria. Poi alla 29ª Rende, unica squadra ad averla sconfitta in trasferta in questo campionato e alla 33ª il Marina di Ragusa, che ha dato filo da torcere in trasferta all’andata, ma in classifica si trova in zona play-out.

Nel mezzo 4 trasferta a San Luca, Troina, Licata e l’ultima a Sant’Agata. Tolto il San Luca, attualmente quinto, sono tutte squadre abbordabili, contro cui nel girone di andata sono arrivati punti. Alcune però lotteranno per la salvezza e potrebbero vendere cara la pelle in casa.

Gli uomini di mister Novelli, risultati alla mano, in trasferta non soffrono poi così tanto. Dei 59 punti in classifica 23 sono arrivati in trasferta, quasi la metà. Inoltre l’attacco dell’Acr è molto prolifico sia in casa che fuori (29 reti segnate al Franco Scoglio contro le 21 sui campi esterni). Quanto alla difesa sorge un dubbio visto che in trasferta subisce tre volte i gol che prende in casa, 5 contro 16 fin qui.

Cammino minato per il Football Club

Situazione meno rosea per l’Fc Messina che in trasferta accusa non poche difficoltà. Solo 19 dei 55 punti sono arrivati nelle gare lontane dalle mura amiche. Il numero dei gol segnati al Franco Scoglio è il doppio di quelli segnati fuori (28 contro 15) e l’infortunio di Caballero e il momento no degli attaccanti di Costantino, che nelle ultime giornate fanno fatica a buttarla dentro, non aiuta.

In difesa comunque i giallorossi al momento sono la migliore difesa dal campionato 19 gol subiti (7 in casa, 12 in trasferta). Ma per inseguire e sorpassare serve vincere e non soltanto non subire gol. Il calendario apparentemente sorride agli uomini del patron Arena, visto che avranno 4 gare da giocare in casa e 3 in trasferta in quest’ultimo scorcio di campionato.

Due delle quattro in casa però saranno contro la Gelbison, alla 31ª, e prima Acireale, alla 29ª. Due scontri diretti di alta classifica, contro entrambe andrebbe bene anche il pareggio per restare secondi, ma bisogna vincere se si punta al primo posto dell’Acr. Inoltre, se la Gelbison dovesse espugnare il Franco Scoglio, impresa al momento riuscita solo al Rotonda, i ragazzi di Costantino potrebbero cedere la seconda piazza.

Le tre sfide in trasferta contro Rotonda, Licata e Paternò non sono neanche così semplici, buone squadra che si giocano l’accesso ai play-off o lottano per non entrare nei play-out. In casa poi ospiterà il Castrovillari alla penultima e il Roccella nel match che chiude il campionato, due sfide forse facili ma che potrebbero arrivare quando la matematica avrà già condannato i giallorossi.

Articoli correlati

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x