Reggio. Arrivano 940mila euro per gli spettacoli dal vivo - Tempostretto

Reggio. Arrivano 940mila euro per gli spettacoli dal vivo

Redazione

Reggio. Arrivano 940mila euro per gli spettacoli dal vivo

Tag:

mercoledì 16 Febbraio 2022 - 18:08

I trasferimenti giungeranno attraverso il Fondo unico spettacolo per il 2022. Le rassegne live dovranno essere dislocate tutte nelle aree periferiche

REGGIO CALABRIA – «Sarà una stagione ricca di eventi per le periferie cittadine, colme di altissime professionalità pronte a spendersi per il rilancio dei territori dopo la fase complicata e drammatica del Covid. Grazie ai 940mila euro destinati al Comune di Reggio Calabria, potremo scrivere, tutti insieme, una nuova pagina sui grandi spettacoli in città», ha dichiarato l’assessore comunale alla Cultura Irene Calabrò alla fine della riunione organizzata da Anci e del ministero della Cultura alla quale hanno preso parte anche Vincenzo Santoro, responsabile Cultura di Anci, Antonella Galdi, vice presidente di Anci, gli assessori delegati delle Città Metropolitane italiane, la dirigente ed il funzionario del settore culturale di Palazzo San Giorgio, Loredana Pace e Giovanni Cucinotta, ed Antonio Parente, direttore generale della sezione “Spettacolo” del Dicastero guidato dal ministro Dario Franceschini.

L’assessore Irene Calabrò

«Questi importanti trasferimenti – ha spiegato l’assessore – andranno ai Comuni capoluogo delle Città Metropolitane attraverso il Fondo unico spettacolo per il 2022, ovvero un reparto di maggiori risorse del Fus. Reggio, dunque, avrà la possibilità di investire 940 mila euro per attività di spettacolo dal vivo da realizzare tramite avvisi pubblici ed i cui beneficiari saranno operatori Fus, imprenditori ed operatori commerciali che fanno impresa culturale o sono attivi da almeno tre anni. La selezione, dunque, riguarderà professionisti riconosciuti dal Fus, aiutandoli, concretamente, a rialzarsi dopo i duri colpi assestati al settore dalla pandemia».
Un provvedimento pregnante, che – salvo sorprese – sarà poi riproposto nel 2023.

Gli eventi saranno rassegne di spettacolo dal vivo, «dalla danza al teatro, dalla musica alle arti performative e interesseranno le periferie facendole vivere in un contesto di condivisione, coinvolgimento e di rimessa in moto della “macchina” culturale”» post-pandemia, evidenzia Irene Calabrò, e andranno dislocati tutti nelle aree periferiche. Per Reggio, peraltro, l’occasione si presenta allettante perché la città vanta quattro imprese culturali riconosciute dal Fus.
Segue il ringraziamento dell’amministratrice al presidente nazionale dell’Anci Antonio Decaro, al sindaco di Reggio Calabria e responsabile Anci per il Sud Giuseppe Falcomatà e al ministro Franceschini.

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Marco Olivieri direttore responsabile
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007